In un frullatore, con insidie nascoste ad ogni angolo, il Milan si avvicina al weekend più importante della stagione, quello che stabilirà se sarà o meno Champions il prossimo anno. Tanti i dubbi e le scelte ancora da prendere: il futuro di Leonardo, quello di Gattuso e non solo. Una, al momento, la certezza: la permanenza di Krzysztof Piatek.

CORTEGGIATO - L’attaccante polacco è un vanto per i rossoneri: acquistato a gennaio per 35 milioni dal Genoa, ha fatto crescere ulteriormente la sua valutazione, convincendo anche i più scettici, tanto da divenire oggetto del desiderio di diversi club in giro per l’Europa. Dalla Spagna El Chiringuito riferisce di un nuovo interessamento del Real Madrid, pronto a rivoluzionare il reparto offensivo, per il polacco, già seguito dalla Merengues nel corso della stagione. Non solo i Blancos: ci ha pensato il Barcellona prima di virare su Griezmann e, in Germania, l’attivissimo Borussia Dortmund. Niente di strano: Piatek suscita curiosità, la sua esplosione non è passata inosservata. INCEDIBILE - Il Milan conosce come nessuno il valore del Pistolero. Lo ha scelto, se l’è goduto nel momento migliore, lo ha aspettato nei 500 e più minuti di digiuno dal gol delle ultime settimane, prima che la rete al Frosinone riportasse tutto alla normalità. Quando da domenica sera, al termine della partita con la Spal, si inizieranno a tirare le somme e a fare le prime valutazioni, si partirà da un assunto: che sia o meno Champions, Piatek non si tocca. Il Milan non vuole assolutamente venderlo: se anche dovesse essere necessario sacrificare qualche big, di sicuro l’indiziato non sarà l’ex Genoa. Il polacco sarà un perno della squadra anche il prossimo anno, i rossoneri non hanno dubbi: seppur arrivassero offerte lusinghiere, il Milan ripartirà da Piatek.