Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.

Scorrendo la pagina o cliccando il pulsante "ho capito" acconsenti all'uso dei cookie e accetti la privacy policy.

Milan, segnali chiari a Empoli: fiducia a tempo per Gattuso, l'obiettivo è Conte
Ormai è arrivato il momento di cominciare a chiamarlo "il solito Milan". Forse non è ancora il caso di aggiungere "di Gattuso", ma qui le prove, non gli indizi, abbondano. Momenti di ottimo calcio intervallati al buio assoluto. Cagliari, Atalanta, Empoli, le partite del Milan sono tutte uguali. E questo è un aggravante per Gattuso. Probabilmente le sue responsabilità non sono molte ed è troppo facile scaricare ogni colpa sull'allenatore, ma è altresì vero che se Rino non è la causa, purtroppo non pare essere neanche la soluzione. Sarebbe banale e semplicistico ridurre tutto ai generici "problemi di personalità", "squadra scarsa", "sfortuna" o serate fuori dal comune degli avversari (vedi la partita della vita giocata da Terracciano). Saranno anche parziali verità, ma appunto, PARZIALI.

La squadra sappiamo essere sostanzialmente quella dello scorso anno, con un Higuain in più, e sappiamo benissimo chi e come l'ha costruita, ma è OBBLIGATORIO pretendere di più, anche da Gattuso. La verità è che Montella è stato allontanato con risultati simili e, seppur non auguro lo stesso a Rino, è innegabile che se i massimi dirigenti vengono ad assistere una partita con l'Empoli è solo per un motivo: la fiducia è a tempo. Nella testa di Elliott il nome che ronza è sempre lo stesso. Non da ieri né tantomeno da oggi. Conte è un obiettivo, non un sogno, ma ancora distante. Forse questa è l'unica buona notizia per Gattuso in questo momento.
Cristiano Ruiu
Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Le più commentate
00:00
3
di Daniele Longo e Alessandro Cosattini
Milan, oggi l'incontro col Genoa per Piatek: Leonardo prova l'affondo
17/01
1
di CM
Inter: dubbio riscatto per Vrsaljko, avanza la candidatura di Darmian
17/01
1
Giudice Sportivo: una giornata a Kessie, Romagnoli e Pjanic. Gattuso squalificato e multato, come il medico
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.