Questione di dentro o fuori. Il Napoli non è intenzionato ad attendere in eterno una risposta che non è ancora arrivata, nonostante la propria offerta sia sul tavolo dell'Inter ma soprattutto del diretto interessato. 50 milioni di euro, al massimo 60, più il cartellino di Milik all'Inter e un ingaggio non inferiore agli 8 milioni di euro per Mauro Icardi, oltre a una significativa apertura sul tema dei diritti di immagine. Entro sabato, giorno di inizio del nuovo campionato, Aurelio De Laurentiis vuole mettere una parola fine su una delle telenovele dell'estate: o l'argentino apre definitivamente e dà il via alla trattativa tra i club oppure non se ne fa nulla, lasciando la strada spianata alla Juventus o a una permanenza in nerazzurro del giocatore. IL PIANO B - A riferirlo è Il Corriere dello Sport, che continua ad indicare nello spagnolo Fernando Llorente, nel mirino pure di Inter e Lazio, l'unico piano B possibile. Il ds azzurro Giuntoli è in contatto col giocatore e il suo entourage e da qualche settimana e ha chiesto di temporeggiare prima di prendere una decisione sul proprio. Svincolato dallo scorso 1° luglio, l'ex Juve chiede almeno un biennale a 3 milioni di euro a stagione, il Napoli per il momento pazienta e gli chiede di aspettare almeno fino al termine di questa settimana. Da sabato in avanti, la squadra di Ancelotti è pronta ad accelerare per completare il reparto d'attacco, con o senza Icardi.