E' arrivato dopo 2 stagioni in Premier League. E' arrivato per ultimo, vivendo un settembre da primo della classe: assist alla Sampdoria, doppietta al Lecce, gol al Liverpool in Champions. E lì si è fermato Fernando Llorente, numero 9 del Napoli, partito col botto e poi arenatosi tra le difficoltà che hanno colpito il club partenopeo (1 solo gol da ottobre a oggi). E ora, a gennaio, può cambiare squadra. 

TROPPI - Nell'attacco a 2 punte scelto da Ancelotti, con Insigne e Callejon utilizzati come esterni di un centrocampo a 4, il gigante di Pamplona ha trovato il suo spazio, alternandosi con Mertens, Milik e Lozano. Ma con il ritorno al 4-3-3 scelto dal nuovo allenatore Gennaro Gattuso, c'è spazio per un solo centravanti, vero o falso che sia: con Milik e Mertens, quindi, sono in 3 per un posto. E se arriva anche Ibrahimovic...

GLI INTERESSAMENTI - Diversi i club che in estate avevano mostrato interesse: ci aveva pensato l'Inter di Antonio Conte, ci aveva pensato la Fiorentina di Rocco Commisso. Ora, come scrive Tuttosport, i nerazzurri potrebbero tornare di moda, visto che sono alla ricerca di un centravanti che possa far rifiatare Lukaku (c'è anche Giroud in lista), ma attenzione anche alla Roma, che delusa da Kalinic a gennaio vuole regalare a Fonseca un vice Dzeko. Llorente ha il profilo ideale: fisico ed esperienza, l'usato sicuro che non tramonta mai. E che a gennaio può tornare protagonista.