Sembrava un'altra stagione con più ombre che luci, quella di Riccardo Orsolini. Tante panchine e pochi squilli nella difficile annata del Bologna di Pippo Inzaghi. Poi, dall'arrivo di Sinisa Mihajlovic in panchina, tutto è cambiato: l'esterno cresciuto nell'Ascoli è entrato nel giro dei titolari e, infortuni a parte, non ne è più uscito. Nelle ultime sei partite è stato protagonista con due gol e due assist: numeri da trascinatore, che hanno portato al Bologna quattro vittorie fondamentali nella corsa alla salvezza.

LA JUVE OSSERVA - Prestazioni che, ovviamente, stanno facendo la gioia del club emiliano, ma non solo. Anche la Juventus, proprietaria del cartellino del classe '97, è spettatrice interessata. Nel gennaio 2018 i bianconeri lo cedettero in prestito per una stagione e mezza con diritto di riscatto al Bologna, mantenendo però il controriscatto. Fabio Paratici e i suoi collaboratori lo seguono costantemente e da qui a giugno decideranno come comportarsi. DOPPIA CARTA - La Juve su Orsolini punta molto, da quando nel gennaio 2017 insistette a lungo per averlo, pagandolo sei milioni di euro più quattro di bonus. L'allora ad Beppe Marotta e lo stesso Paratici si incontrarono diverse volte con Cristiano Giaretta - ex dirigente dell'Ascoli - e Donato Di Campli - agente del giocatore - per concludere l'operazione. Ora la Juve si ritrova in casa un piccolo gioiello, una carta importante anche in ottica mercato. Orsolini sta attirando l'interesse di diversi club e i bianconeri possono pensare di inserirlo come contropartita in qualche operazione per il futuro, come quelle per Nicolò Zaniolo o Federico Chiesa, due grandi obiettivi per la Juve che sarà.