Erling Haaland sembra avere le sembianze di un alieno. Trentasette gol in stagione (e siamo a metà febbraio...), dieci gol in sette partite di Champions League, undici gol in sette partite da quando è arrivato al Borussia Dortmund. Semplicemente mostruoso, anche contro il PSG di Neymar & co. Ma perché l'attaccante classe 2000 che incanta il mondo intero non ha scelto la Juventus o il Manchester United? In realtà, entrambi i club volevano provare il blitz per Haaland e avevano dato massima disponibilità al pagamento della clausola rescissoria. Anche la Juve, pronta a uno sforzo invernale per la prima punta norvegese che Paratici conosceva da anni. 

Ascolta "Haaland non ha scelto la Juve, il motivo" su Spreaker.

LA MOTIVAZIONE - Mino Raiola ha incontrato tutte queste società, lo ha fatto anche il papà di Haaland che viene dal mondo del calcio. Faccia a faccia con le idee chiare già da novembre: Erling ha preteso un percorso naturale, non ne ha fatto una questione economica o di contratto, ha sempre chiesto al suo entourage di poter lasciare Salisburgo soltanto per un club pronto a garantirgli un posto da titolare ogni domenica e una vetrina in Champions League (che il Manchester United non aveva...). Da parte propria, Haaland ha apprezzato il corteggiamento intenso della Juventus ma non ha ceduto ai rilanci sul prezzo; dall'inizio è stato chiaro, non ha voluto mettersi in concorrenza in un reparto dove gente come Dybala o Higuain inizia in panchina ogni settimana. Ha chiesto a Raiola di insistere sul fronte Borussia Dortmund piuttosto che sulla Juventus per essere protagonista, crescere, giocarle tutte. Proprio tutte. Detto, fatto. Tutto questo soprattutto perché il ragazzo come il suo agente è convinto che in un top club assoluto potrà arrivarci presto, senza fretta, passando proprio da Dortmund. Le commissioni sono state alte ma tutti i club erano aperti a pagarle, Juve compresa. La clausola è stata un vero e proprio regalo. La Juventus ha capito, nonostante abbia provato in ogni modo a convincere Haaland. E oggi, il Borussia Dortmund gode. Pur sapendo che rischierà di perderlo molto prima della scadenza del contratto quinquennale.