Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.

Scorrendo la pagina o cliccando il pulsante "ho capito" acconsenti all'uso dei cookie e accetti la privacy policy.

Perché l'Inter ha venduto Zaniolo così: motivi, retroscena e il no alla clausola
Nessuno è sorpreso all'Inter, anzi. Chiunque in società si aspettava un exploit da parte di Nicolò Zaniolo, quel talento elegante che la Roma si è regalata nell'operazione Nainggolan in quei giorni di giugno nel silenzio generale e che ora può coccolarsi dopo averlo visto splendere in più occasioni, l'ultima proprio contro i nerazzurri. Ma allora perché la dirigenza dell'Inter si è privata così di Zaniolo? Quel ragazzo classe '99 si candida per il futuro della Roma e della nostra Nazionale, è stato valutato 4,5 milioni nell'operazione complessiva e già era diventato rimpianto della Fiorentina che lo aveva svenduto all'Entella dove poi ha spiccato il volo destinazione Milano.

COSA C'E' DIETRO - La verità è che l'Inter ha provato in ogni modo ad evitare la cessione di Zaniolo. Non è stato assolutamente un passaggio semplice o scontato della trattativa, tutt'altro; qualcuno ricorderà quattro o cinque giorni di stallo in cui l'affaire Nainggolan era al traguardo senza arrivare alle firme, il motivo non era l'inserimento di Santon ma proprio di Zaniolo. Il ds nerazzurro Piero Ausilio in primis si è opposto più volte all'addio di Nicolò, la Roma lo ha ritenuto condizione imprescindibile per chiudere l'operazione: in sostanza, niente Nainggolan all'Inter se non fosse compreso Zaniolo nel discorso. Inter che di giovani ne ha messi sul tavolo tanti pur di accontentare la Roma, nulla da fare; Monchi ha preteso Zaniolo, passaggio obbligatorio a costo di far saltare tutto.
CIFRA E CLAUSOLE - La decisione dell'Inter è stata così di accontentare comunque Spalletti puntando su un giocatore affidabile come Nainggolan anche in ottica Champions League, sacrificando Zaniolo che tutti - Ausilio in particolare - mai avrebbero voluto dar via. Bravo Monchi a insistere, tanto che dal collega nerazzurro ha ricevuto più di una volta qualche battuta sul prezzo. Tutti scrivevano che erano sospetti quei 4,5 milioni di valutazione per Zaniolo, cifra gonfiata o troppi soldi per fare plusvalenza. Oggi, sembrano spiccioli. L'Inter sorride amaro, la Roma gongola perché ha comunque il merito di aver lanciato con coraggio questo ragazzo. E di aver detto no a qualsiasi clausola di recompra pure a cifre altissime: i tifosi nerazzurri in estate chiedevano se ci fosse l'opportunità di riprenderlo anche a condizioni importanti, la risposta è no. O meglio, c'è solo una percentuale sulla futura rivendita che spetterà all'Inter. La Roma però lo ha voluto a titolo definitivo e blindato, Zaniolo ha rotto il ghiaccio e adesso deve confermarsi. Insomma, è solo l'inizio. Ma se le premesse sono queste, un nuovo talento si affaccia davvero sul nostro calcio.
Fabrizio Romano

Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Leggi anche...
03/12
25
di Daniele Longo
Inter, Ausilio: 'Zaniolo, nessun rimpianto. Perisic dia il massimo, su Modric e Icardi...' VIDEO
03/12
5
Mancini: 'Ero contrario al Var, ora no! E su Zaniolo andava usato. Balotelli? La speranza è l'ultima a morire...'
03/12
358
di Cristian Giudici
Intermania: Nainggolan valutato 33,5 milioni più di Zaniolo. Cosa ne pensa Marotta?
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.