Andrà via, questa volta per davvero. Ivan Perisic è destinato a lasciare l'Inter, indipendentemente da come andrà a finire questa stagione. I capricci di gennaio, che hanno portato a una richiesta ufficiale di cessione, sono superati, ma non è cambiata la voglia del croato di partire, di provare una nuova esperienza. Marotta e Ausilio a inizio anno sono stati chiari, "non possiamo lasciarti andare perché non c'è il tempo materiale per chiudere una trattativa e soprattutto non ci sono sul mercato sostituti all'altezza", le parti, dopo un confronto acceso ma corretto, si sono lasciate con la promessa di trovare una soluzione che possa accontentare tutti a fine campionato. E così sarà. ZERO OFFERTE - Perisic è sul mercato, ​venghino signori venghino. L'Inter per il suo cartellino vuole una cifra superiore ai 35 milioni di euro, bonus esclusi, forte del fatto che l'ex Borussia Dortmund ha il contratto in scadenza nel 2022. Al momento però non sono arrivate proposte ufficiali, nemmeno dalla Premier League dove Manchester United (ci ha pensato soprattutto con Mourinho in panchina), Arsenal e Tottenham (che tornerà a fare mercato dopo le ultime due sessioni avare di emozioni) non sono andati oltre dei semplici sondaggi. Molto dipenderà da come finirà la corsa Champions, con due posti per quattro squadre (c'è anche il Chelsea di Sarri). L'Inter, che ha mosso i suoi intermediari in Inghilterra, osserva e tiene acceso il telefono. La chiamata, prima o poi, arriverà.