La priorità di queste ore è per la cessione di Suso al Siviglia. Ma non finisce qui in casa Milan, dove la dirigenza è impegnata tra uscite e entrate per completare al meglio il mercato invernale: l'entourage di Krzysztof Piatek ha portato in queste ore una nuova offerta a titolo definitivo dall'Hertha Berlino, club che sta investendo in maniera seria con un progetto ambizioso in Bundesliga. Solo la seconda proposta con questa formula dopo quella già rifiutata dall'Aston Villa, perché le altre offerte fin qui erano state di prestito con diritto di riscatto. 

Ascolta "Milan, nuova offerta dalla Germania per Piatek" su Spreaker.

LA SCELTA DEL MILAN - Il problema reale riscontrato è stata la cifra dell'operazione, troppo bassa perché non si avvicina ai 28/30 milioni di euro pretesi per il polacco: il Milan non accetterà cifre intorno ai 20 milioni più bonus, non può né vuole svendere Piatek come non intende fin qui avallare un prestito senza riscatto prefissato come proposto dal Tottenham, sempre in contatto con la dirigenza rossonera per Krzysztof. La decisione è stata comunicata agli agenti dell'attaccante, Piatek va via solo alle condizioni del Milan; l'Hertha Berlino è allertato, dovrà rilanciare se vorrà prendere il polacco e il tempo è poco. Come il Tottenham di Mourinho dovrà ritoccare le condizioni o cambiare obiettivo. Piatek può ancora lasciare il Milan, ma c'è da fare in fretta.