Cinque gol segnati per un classe '99 non sono pochi, anzi. Il riassunto della stagione di un talento passa anche da qui, specialmente quando giochi in una neopromossa che rimane in zona retrocessione per tutto l'anno: Andrea Pinamonti ha saputo mettersi in mostra in Serie A, un altro gol pesante contro il Parma e una serie di giocate che hanno lanciato definitivamente l'attaccante 20enne di proprietà dell'Inter, cresciuto nel settore giovanile nerazzurro e adesso decollato al Frosinone che vedrà terminare il prestito tra poco più di un mese. IL MESSAGGIO DALL'INTER - In queste settimane, la dirigenza dell'Inter ha mandato segnali chiari all'entourage di Pinamonti: c'è grande soddisfazione per il suo rendimento, la società è convinta di avere un patrimonio in casa e lo ha ribadito all'agente Mino Raiola. La sensazione del club è che Pinamonti sia davvero legatissimo all'Inter, un altro fattore molto gradito. Per questo è in programma un nuovo incontro nel mese di maggio per fare il punto sul futuro di Pinamonti: non è esclusa una permanenza in rosa per il 2019/2020 anche in ottica liste Uefa, ma la preferenza dell'entourage sarebbe studiare un percorso da protagonista per Andrea anche per un'altra stagione, che sia in prestito o ceduto con diritto di riacquisto. Lavori in corso, le richieste sono tante ma l'Inter è sicura che il suo valore adesso tocchi davvero i 18/20 milioni di euro e non ha intenzione di perdere il controllo su Pinamonti. L'attaccante del futuro, adesso ci sono anche le prove.