Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.

Scorrendo la pagina o cliccando il pulsante "ho capito" acconsenti all'uso dei cookie e accetti la privacy policy.

Pirlo e Costacurta tra Federcalcio e tv: conflitto di interessi e di credibilità
Da un quarto di secolo in questo nostro malandato Paese il conflitto d’interessi non esiste più: ognuno fa ciò che vuole, una cosa con la mano destra e l’esatto contrario con la mancina. Ne è una prova - piccola, per carità - anche quanto sta accadendo tra Federcalcio e Sky per quanto riguarda gli opinionisti televisivi della prossima stagione. Tra i quali ci saranno Costacurta e Pirlo.

Costacurta è subcommissario della Figc: in soldoni è il numero due della nostra federazione e ha in mano le sorti della Nazionale, di cui ad esempio ha scelto il ct. Pirlo sta diventando - fonte Ansa, quindi praticamente ufficiale - vice commissario tecnico. Sono dentro fino al collo, insomma, al Palazzo, chi dietro la scrivania e chi in campo.

E’ normale che siano loro, dopo le partite, a commentarle per milioni di italiani, magari condizionandone le opinioni? Con quale libertà di pensiero potranno dare giudizi? Tutti noi sappiamo che durante la stagione ci sono mille motivi di discussione e di polemica che spesso coinvolgono anche la Federcalcio e la Nazionale: dalle scelte del ct sui convocati azzurri alle lamentele di un allenatore per le date dei raduni; dalle critiche dei presidenti nei confronti della Federazione a chi si scaglia contro gli arbitri rappresentati in consiglio federale. Ebbene, quale attendibilità potranno avere Costacurta e Pirlo in tutte queste circostanze? Ve lo immaginate Costacurta che risponde in modo duro a un presidente? Chi parla: l‘opinionista o il subcommissario? E lo vedete Pirlo criticare la prestazione di un calciatore che poi dovrà essere convocato e con il quale dovrà lavorare sul campo?  Né vale dire che l’incarico di Costacurta scadrà in autunno: da qui a novembre può succedere di tutto.

Non mettiamo in dubbio la loro onestà di pensiero, sia chiaro; anzi ci sembrano personaggi estremamente seri. Ma la loro credibilità come opinionisti, in una situazione del genere, sarà spesso vicina allo zero. Non vale la pena scegliere? O di qua o di là. 

@steagresti
Stefano Agresti

Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Leggi anche...
25/07
Italia, Mancini 'ufficializza' Pirlo: 'Sarà importante per noi, farà esperienza'
25/07
21
Pirlo torna in Nazionale: sarà il vice di Mancini
24/07
260
di Alessandro Di Gioia
Sky silura Massimo Mauro, il 'politico' caccia-allenatori che odiava il VAR
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.