McLaren ama sfornare supercar in edizioni speciali e l’ultima nata è una P1 GTR dal design unico, commissionata dalla divisione operazioni speciali della casa per commemorare il primo campionato di Formula 1 di Ayrton Senna.

NEL RICORDO DI AYRTON SENNA -
Lo schema dei colori rosso e bianco è un deliberato ritorno alla livrea Marlboro della vettura MP4 / 4 di Formula 1 che Senna guidò nella stagione 1988, quando si assicurò il suo primo campionato del mondo, uno dei tre che avrebbe vinto in carriera con questa vettura. McLaren ha lavorato tre anni con la divisione MSO per ottenere ogni dettaglio giusto. Anche lo strano set di scatole nere sulle porte è preciso: in alcune regioni, le auto di Formula 1 non potevano mostrare il marchio del tabacco, quindi i team di corsa avrebbero bloccato le lettere sulla loro livrea per conformarsi.
SCUDO TERMICO IN ORO 24 CARATI - E questo non è un GTR P1. Ci sono diversi aggiornamenti sulla macchina "standard" per rendere questa auto ibrida solo su pista un vero e proprio one-off. La baia del motore sfoggia un coperchio posteriore Lexan, protezioni modificate e uno scudo termico in oro 24 carati (simile al vano motore della McLaren F1). All'esterno, il carico aerodinamico massimo è aumentato a circa 800 chilogrammi (rispetto ai 650 di oggi) grazie ai nuovi piani di immersione, uno splitter più ampio e un'ala posteriore modificata con un lembo di Gurney e placche posteriori più grandi. Il numero #12 della vettura rappresenta sia il numero di telaio che il numero di auto di Senna durante la stagione 1988.

HYPERCAR DA QUASI MILLE CAVALLI - La P1 GTR ha più di tre anni ora, ma è bello vedere come la McLaren la stia ancora producendo, in questo caso con una versione dedicata interamente ad Ayrton Senna. Dopotutto è una hypercar da 986 cavalli.