Finalmente il talento cristallino di Donyell Malen è esploso e l'ha fatto deflagrando nell'arco di una settimana sul calcio olandese e sul malcapitato Vitesse. La stella classe 1999 che nello scacchiere tattico di Marc van Bommel ha preso a tutti gli effetti il posto di Lozano (approdato in estate al Napoli) ha vissuto un'autentica settimana da record. Prima il gol all'esordio in nazionale con l'Olanda e ora l'autentico show, con 5 gol segnati, contro il Vitesse in Eredivisie che conferma il PSV in vetta alla classifica con l'Ajax.

RECORD - 5 reti in un'unica gara, prima un destro a giro, poi due colpi di testa uno su corner e uno su ribattuta del portiere a centro area mostrando un tempismo da pochi e infine due rigori realizzati con estrema freddezza e precisione. Un serata da sogno per Malen che aggiorna anche un record che in Eredivisie durava da oltre 55 anni. Il secondo e ultimo giocatore a segnare 5 gol in un'unica partita del campionato olandese fu infatti Bert Theunissen nel 1964 e prima di lui toccò a Coen Dillen nel 1959. E ora Malen, che si aggiunge a calciatori del calibro di Ronaldo, Klose e Lewandowski (in altri tornei), ma soltanto a 20 anni.
 
FRA BERGKAMP E HENRY - Malen è un prodotto del vivaio dell'Ajax strappato però quando era ancora giovanissimo dall'Arsenal. Per lui, cresciuto da attaccante centrale, ma in grado di spostarsi in tutti i ruoli dell'attacco, si sono sprecati paragoni. Il più altisonante non poteva che essere quello con l'ex-stella dei Gunners Thierry Henry anche se lo stesso Malen ha raccontato più volte di aver studiato e cercato di rubare i segreti di un altro ex-Arsenal, la stella olandese Dennis Bergkamp che all'epoca ricopriva il ruolo di allenatore dell'Academy.

RAIOLA GONGOLA - L'esplosione di Malen era attesa da tempo perché già la scorsa stagione la punta diventata sempre più esterno d'attacco aveva mostrato lampi di classe pure. Tanto che il suo agente, Mino Raiola, l'aveva già proposto proposto sia al Milan dell'allora ds Leonardo (LEGGI QUI) che alla Roma di Monchi. Nulla da fare, perché le richieste del PSV erano già alte. Il club olandese scelse di puntare su di lui nell'estate del 2017 pagando soltanto 600mila euro all'Arsenal. Oggi il suo valore è in costante crescita e un inizio di stagione da 10 gol in 13 partite (fra PSV e nazionale olandese) non fa altro che aumentare il prezzo del suo cartellino e l'interesse attorno a lui. Per la gioia di Raiola, e del PSV che ha fra le mani un autentico gioiello.