Prenotare giovani talenti è diventata negli anni una prerogativa, un marchio di fabbrica di questa gestione per la Juventus. Non è un caso se da settimane il ds bianconero Fabio Paratici stava provando a bloccare Szymon Zurkowski, centrocampista classe '97 molto promettente del Gorik Zabrze, uno dei tanti prospetti polacchi che stanno emergendo in questi anni. Qualità da vendere e personalità le sue doti migliori, un giocatore vero che la Juve ha seguito a lungo e voleva prendere in sinergia con un altro club, non ritenendolo ancora pronto per il salto in bianconero ma giocatore comunque di prospettiva decisamente interessante.

IL RETROSCENA - Paratici ne aveva parlato molto bene in un'intervista dei mesi scorsi, poi ha provato a prenotarlo insieme al Genoa: tentativo di operazione da portare avanti insieme, visto il feeling con la società del presidente Preziosi in questo mercato testimoniato dagli affari Sturaro e Romero, ma anche dai giovani Russo e Zanimacchia entrati nei discorsi tra i due club. L'idea di portarlo subito al Genoa non è decollata, niente accordo e così si è inserita la Fiorentina: la Juve fino all'ultimo ha cercato di inserirsi per rimanere in pole sul futuro di questo talento 21enne polacco, ha provato anche una nuova sinergia con il Cagliari con tanto di rilancio da parte dei sardi al Gornik Zabrze non andato a buon fine. Zurkowski non entrerà in orbita bianconera, ha scelto la Fiorentina e da luglio sarà un giocatore viola; domani è atteso in Italia per visite mediche e firme, operazione da 3,7 milioni più 1,3 milioni di bonus aggiuntivi e una percentuale sulla rivendita. Niente rimpianti, ma un affare che la Juve avrebbe fatto volentieri con un altro club e poi chissà, come tanti altri andati o meno a buon fine. La Fiorentina ha puntato dritta al risultato: aspettando Zurkowski...