Bryan Cristante, centrocampista della Roma, dopo un avvio non facile è riuscito a trovare continuità e prestazioni, tornando a far vedere quanto mostrato con l'Atalanta. Queste le parole del 4 giallorosso a la Gazzetta dello Sport: "Non è mai facile quando si arriva in una nuova squadra, serve un po’ di tempo per ambientarsi. Cambiano i meccanismi, i compagni, gli allenamenti. Quando si comincia a capire un po’ tutto, come lavorare e come trattare i compagni, allora le cose migliorano". SUL RUOLO - "Mediano? Un ruolo in cui mi trovo comunque bene, la squadra sta trovando la quadratura giusta. Nella mia carriera ho trovato degli ostacoli, ma la cosa ti aiuta a crescere. Ma ho sempre saputo dove poter arrivare ed anche l’esperienza all’estero mi ha permesso di maturare in fretta. A 19 anni mi sono ritrovato dove non conoscevo nulla. In casi così se non ti svegli sei tagliato fuori. Idolo Lampard? Da ragazzino mi piaceva, era quello che guardavo di più. Centrocampista che sapeva fare tutte e due le fasi, sempre con tanti gol".