Una pioggia di gol ed emozioni, che non sempre porta notizie positive per le due squadre in campo. Fra Roma e Genoa all'esordio in Serie A finisce 3-3 in una gara che ha messo in vetrina tanto due attacchi formidabili e mai domi quanto due difese ancora in netta difficoltà tattica. Fonseca e Andreazzoli si affrontano a viso aperto, ma al triplice fischio il pareggio non premia nessuno e, forse, accontanta più gli ospiti che per 3 volte sono andati sotto e per 3 volte hanno riequilibrato il risultato. 

Tanti i protagonisti, a partire da Cengiz Under, devastante nell'1-0 e più volte vicino al gol in apertura, ma nel più classico dei copioni è uno svarione della difesa giallorossa, che si dimentica Pinamonti solo a centro area per l'1-1. Il gol subito scuote Edin Dzeko che si mette in solitaria, salta tre uomini e trova un super 2-1. Tutto finito? no perché Juan Jesus a fine primo tempo stende in area con un intervento scellerato Pinamonti per il 2-2 che Criscito segna dal dischetto.

Nella ripresa il copione non cambia, le squadre si allungano ed è Kolarov con una punizione dai 35 metri a trovare il 3-2 grazie alla goal line technology. Gli spazi ampi che lascia il Genoa li lascia però anche la Roma e in quelli si infila più volte Kouamé, protagonista della ripresa anche con il suo 3-3, di testa in tuffo su cross dalla destra. Nel finale è Zappacosta a divorarsi a due passi da Radu il gol vittoria e il triplice fischio, alla fine, premia la caparbietà degli ospiti con l'ex Andreazzoli che fa il primo, grande, sgambetto, alla "sua" Roma.

A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE L'APPROFONDIMENTO DI FRANCESCO MAROLDA PER 100ESIMO MINUTO.

 
Roma-Genoa è stato offerta da DAZN.





Con DAZN 3 partite di Serie A TIM a giornata in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND: abbonati subito!.