Quarantadue gol subiti in 27 partite. Dodici presenze in due anni. Sono solo alcune statistiche, utili però a inquadrare la pessima esperienza, rispettivamente, di Robin Olsen e Rick Karsdorp. Gente che, dalle parti di Roma, non ha lasciato sicuramente un bel ricordo. Salutata la Capitale in cerca di fortuna, stanno riscattando l'esperienza giallorossa.

RINATI - In attesa del rientro di Cragno, infatti, Olsen è protagonista con il Cagliari. Sei gol subiti in altrettante presenze di campionato, prestazione più che maiuscola proprio all'Olimpico e contro quella Roma che l'hanno scorso l'aveva spesso messo sul banco degli imputati. Dopo due anni vissuti più in tribuna e panchina che in campo, invece, Karsdorp sta rinascendo in patria. Tornato al Feyenoord, ha già collezionato 4 presenze e un bellissimo gol contro il Porto in Europa League. TESORETTO - A loro si aggiunge Steven Nzonzi, diventato perno del centrocampo del Galatasaray. Protagonista in Champions League, ha già totalizzato tre presenze e il suo riscatto è fissato ad una cifra vicina ai 12 milioni. L'obiettivo della Roma, con le cessioni degli esuberi, è quello di raccogliere un tesoretto da circa 30 milioni da reinvestire sul mercato