Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.

Scorrendo la pagina o cliccando il pulsante "ho capito" acconsenti all'uso dei cookie e accetti la privacy policy.

Roma, quanto sei credibile?
Il Porto, se eliminato, aiuterà le casse di una società bisognosa. Ma in questa strana e per ora incasinata stagione della Roma c’è una sola squadra, una sola partita, che può restituire credibilità ai giallorossi ed entusiasmo all’ambiente. E’ la partita con la Juve, fino a qualche anno fa avversaria (vincente, ma pur sempre avversaria dello stesso livello) per lo scudetto e oggi vista dai cannocchiali di Trigoria come una cometa irraggiungibile. Del resto questo si percepiva perfino dalle parole di De Rossi. Juventus-Roma è il massimo in questo momento per Di Francesco. E’ il massimo della difficoltà e il massimo dell’opportunità. E’ la possibilità più forte per riprendersi quello che adesso sembra sfuggirgli di mano. E’ anche la partita più difficile, ma questo lo sanno tutti, anzi, proprio questa idea di avversaria inavvicinabile per grandezza, ambizioni e progettualità offre alla Roma e al suo allenatore un’occasione unica. Sono 8 anni che la Roma non finisce davanti alla Juve. L’ultima volta è capitato nel campionato 2010-11, giallorossi al 6° posto, bianconeri al 7°. Da allora, in 8 stagioni compresa quella attuale, la Roma ha totalizzato un distacco di 142 punti. Mai, però, era così indietro come adesso (a 22 punti) dopo 16 giornate. La Juve è davvero una cometa per questa Roma (e non solo per questa Roma), ma in 90 minuti qualcosa di strano, di particolare, qualcosa che sfugga alla logica può sempre succedere.
 
La Roma dovrà cercare l’episodio, lo spunto, dovrà pensare a una ribellione, dovrà cercare di sovvertire le gerarchie. E’ improbabile che ci riesca col gioco, potrà riuscirci con lo spirito. Non quello di Cagliari, ovviamente: in quel caso verrà calpestata dai campioni d’Italia. Dovrà frugare nel suo passato, anche in quello recente. L’ultima vittoria sulla Juve non è lontana, risale al 14 maggio 2017, 3-1 per i giallorossi all’Olimpico. La Juventus avrebbe vinto il campionato nel turno seguente, a Crotone, ma quella volta la Roma riuscì a fare la Roma. Se ci riesce anche stavolta, riprenderà un po’ di se stessa, altrimenti...

Alberto Polverosi
Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Leggi anche...
21/12
1
Roma, Riise: 'Il gol alla Juve ha semplificato la mia carriera'
21/12
Roma, suggestione Lippi. Ma Sousa resta in pole
21/12
Roma su Batshuayi: offerte per Bianda e Coric
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.