Sfortuna? Se in due partite nelle quali dovevi prendere - anche giocando bendato, come direbbe un caro amico e collega, Alberto Dalla Palma - quattro punti e ne prendi uno solo, beh, non c'è molto da discutere sull'effetto Esculapio (dei tedeschi). La Roma ha giocato bene, un gran secondo tempo direi, però, buona sorte a parte, le è capitato quel che mai dovrebbe capitarti all'interno delle linee bianche del campo. Ha costruito, costruito tanto, fermandosi un passetto prima dell'occasione da gol vera e propria. Lo ha fatto per scelte errate nell'ultimo passaggio, per qualche stop non felicissimo, per la fretta nel crossare e per quel pizzico di egoismo che ti accarezza quando hai la palla in area e vedi la porta così grande e il portiere così piccolo. Però l'ha fatto e, come dicono quelli bravi, alla fine è stata punita. Vero.

Certo, nel doppio confronto il coefficiente di buona sorta dei tedeschi è stato impressionante. Pareggiano all'Olimpico con una delle sviste arbitrali più oscene che abbia mai visto. Vincono al 95' in casa quando è la Roma che avrebbe meritato e lo fanno (anche) grazie ad una fantozzata di Fazio. Però, la Roma è stata la Roma per lunghi tratti del match. Addirittura, nel secondo tempo ha dominato la scena. E questo resta. Per dire dove siamo arrivati con certi giocatori attraverso il lavoro del tecnico - vi rivelerò il peccato e non il peccatore - al momento del cambio di Pastore un noto collega mi manda un whatsapp con scritto: "Tolgo tutti tranne il Flaco". Per dire. E in effetti anche io non l'avrei mai tolto, però è vero che era sembrato molto stanco. E poi vai a immaginare che Under e soprattutto Perotti, entreranno così male in partita. Da lì, il dibattito parte su Fonseca che avrebbe sbagliato i cambi. Secondo me no. I cambi erano quelli e, forse, poteva lasciare dentro Zaniolo per tenere di più, ma chi non avrebbe provato a vincere una partita che tieni in pugno inserendo un giocatore più offensivo? Dunque, più corretto dire che i cambi erano quelli - anche perchè la Roma non ha la panchina della Juve - e che non hanno funzionato. Peccato