Una delle situazioni da monitorare in casa Sampdoria è quella legata all'evoluzione della vicenda di Lorenzo Tonelli, arrivato dal Napoli in prestito con obbligo di riscatto dopo un certo numero di presenze. Il giocatore è una pedina fondamentale di mister Giampaolo, che non vuole assolutamente perderlo a gennaio, ma il Doria dovrà fare i conti con attenzione per capire come comportarsi in merito al futuro del centrale.

Secondo Il Secolo XIX il riscatto obbligatorio dovrebbe scattare tra 7 o 8 presenze, e la Samp avrebbe già trattato con il Napoli per togliere la clausola delle 19/20 presenze oppure per abbassare il riscatto attorno ai 4 milioni, ricevendo un rifiuto da parte della squadra di De Laurentiis. A questo punto giocherà un ruolo cruciale la volontà dello stesso calciatore. Tonelli a Genova si trova benissimo, specialmente con l'attuale allenatore blucerchiato, ma non è detto che se la senta di intraprendere il girone di ritorno con la spada di Damocle delle presenze pendente sulla testa. Stando al quotidiano il suo agente Puccinelli starebbe valutando l'ipotesi di un'interruzione anticipata del prestito, così da garantirgli più minutaggio in un'altra società. 
Nelle ultime giornate si sarebbero fatte avanti due squadre in particolare: il Parma, che sta già monitorando Sala, ma soprattutto il Bologna, che si sentirebbe abbastanza convinto di poter prendere il difensore negli ultimi giorni di mercato.