La Serie C è tornata in campo nel weekend per disputare la dodicesima giornata di campionato, che ha confermato in modo netto ed indiscutibile il periodo di grande crisi della Juventus U23 di Zironelli, sconfitta per 2-1 in casa dal Pontedera e scivolata nel giro di un mese dal quarto posto al quindicesimo, appena sopra la zona play out. Non solo, perché prosegue anche il momento di estrema difficoltà del Monza, sconfitto in casa dal Pordenone e sempre più distante dalle prime posizioni. Una crisi quella delle due squadre più ‘internazionali’ della Serie C che prosegue a braccetto, con le squadre che hanno avuto un percorso molto simile, con un ottimo impatto iniziale seguito da un crollo verticale inspiegabile ed esagerato per quelle che sono le qualità delle rose, non certo attrezzate per vincere il campionato, ma nemmeno per lottare per la salvezza.

GIRONE A - Chi non conosce la parola crisi è certamente l’Entella, unica squadra ancora a punteggio pieno dell’intero campionato. I liguri, che erano pronti a giocarsi la Serie B, hanno sono saliti a quota 15 in classifica grazie al successo per 3-1 sull’Alessandria, dimostrando di essere i candidati numero uno alla promozione diretta. Anche grazie ad una classifica sempre più corta, figlia della sconfitta del Piacenza capolista in casa della Pistoiese e del pareggio tra Arezzo e Carrarese, che nel big match di giornata non sono andati oltre il pareggio.

PROFONDO ROSSO JUVE - Vedere la Juventus in certe posizioni di classifica, anche se si tratta del primo anno per una squadra di giovani in un campionato professionistico, risulta estremamente strano. Anche e soprattutto perché, appena un mese fa, i giovani bianconeri erano riusciti a portarsi al quarto posto in classifica, illudendo tutti su quelle che erano le reali possibilità della squadra. Nelle ultime cinque partite di campionato, però, sono arrivate quattro sconfitte ed un pareggio, che hanno fatto precipitare la squadra, scivolata ad un passo dalla zona play out occupata dal Novara che, però, deve recuperare tre partite rispetto ai bianconeri. Un crollo verticale sorprendente quello dei ragazzi di Zironelli, che ora dovranno fare i conti con una pressione del tutto sconosciuta; ed il primo ad essere messo in discussione è stato il tecnico, che nelle prossime tre partite si giocherà le sue chance di restare sulla panchina di una Juve attualmente irriconoscibile. 

Risultati: Pisa-Obia 1-1; Cuneo-Novara 0-0; Pro Piacenza-Pro Patria 2-1; Arzachena-Pro Vercelli 1-3; Pistoiese-Piacenza 2-0; Juventus U23–Pontedera 1-2; Gozzano-Albissola 1-0; Entella-Alessandria 3-1; Lucchese-Siena 2-3; Arezzo-Carrarese 2-2.

Classifica: Piacenza** 22; Carrarese, Arezzo 21; Pisa* 18; Pro Vercelli**** 17; Entella******* 15; Gozzano 14; Pontedera*, Pro Patria* 13; Pro Piacenza***, Cuneo*, Alessandria*, Olbia* 12; Siena***, Juventus U23 11; Novara***, Pistoiese* 10; Albissola, Arzachena* 8; Lucchese* 5.

GIRONE B - Come anticipato, il Pordenone passa sul campo di un Monza sempre più in difficoltà (tre sconfitte ed un pareggio nelle ultime cinque) e resta agganciato alla Fermana prima in classifica superando l’accoppiata Vicenza-Triestina, scese in campo una contro l’altra e incapaci di andare oltre l’1-1. Passo falso anche per l’Imolese, che nella sfida interna contro la Ternana si è dovuta accontentare di un pareggio che, ad ogni modo, permette ai romagnoli di mantenere ben saldo il posizionamento in zona playoff, divenuto ormai obiettivo stagionale dopo l’ottima partenza in campionato.  LA CRISI ACCENDE IL MERCATO - La crisi del Monza, scivolato fuori dalla zona playoff nonostante l’arrivo di un fedelissimo di Berlusconi come Brocchi, ha fatto scattare l’allarme ai piani alti della società, con Galliani prontissimo a lanciarsi sul mercato per rilanciare le quotazioni della squadra. L’ex a.d.
del Milan ha già chiuso l’arrivo di Fossati, centrocampista classe ‘92 del Verona che arriverà a gennaio, e Filippo Lora, svincolato ex Cittadella, arrivato a parametro zero pronto a vestire da subito la maglia del Monza. Non solo, perché il grande colpo che Galliani e Berlusconi stanno preparando per gennaio è quello di Emanuele Calaiò del Parma, che sarebbe il fiore all’occhiello della campagna acquisti e il giocatore da cui ripartire per strappare una qualificazione ai playoff.

Risultati: Virtus Verona-Teramo 2-0; Südtirol-Vis Pesaro 0-1; Sambenedettese-Feralpisalò 2-0; Monza-Pordenone 0-2; Imolese-Ternana 0-0; Gubbio-Giana Erminio 1-1; Fermana-Fano 2-1; Ravenna-Rimini 0-0; Albinoleffe-Renate 2-0; Triestina-Vicenza 1-1.

Classifica: Fermana 23; Pordenone 22; Triestina 21; Vicenza 20; Ternana***, Vis Pesaro 19; Imolese, Feralpisalò* 18; Ravenna 17; Südtirol, Monza 15; Teramo 14; Gubbio, Giana Erminio, Rimini* 12; Sambenedettese* 11; Albinoleffe, Virtus Verona 10; Fano 9; Renate 8. 

GIRONE C - La sfida di cartello tra Juve Stabia e Catania si chiude a reti inviolate, con Trapani e Rende che approfittano dello stop e allungano in classifica rispettivamente al secondo ed al primo posto. I calabresi, infatti, hanno vinto di misura contro la Vibonese, portandosi a +1 sui siciliani, vittoriosi contro la Virtus Francavilla. Prosegue anche la sorprendente stagione del Catanzaro, che grazie al 3-0 rifilato al Rieti si porta ad un punto dal Catania quarto ed in piena zona playoff. 

Risultati: Trapani-Virtus Francavilla 3-1; Siracusa-Bisceglie 1-0; Monopoli-Sicula Leonzio 2-1; Catanzaro-Rieti 3-0; Viterbese-Casertana 0-0; Rende-Vibonese 1-0; Juve Stabia-Catania 0-0; Potenza-Matera 0-0; Paganese-Cavese 2-2.

Classifica: Rende 26; Trapani 25; Juve Stabia** 23; Catania** 18; Catanzaro**, Vibonese*, Sicula Leonzio 17; Potenza* 16; Casertana* 15; Monopoli** 14; Cavese**, Virtus Francavilla** 12; Reggina***, Siracusa* 11; Bisceglie*, Rieti* 10; Paganese* 3; Viterbese******** 1; Matera** 0.