Questa è davvero bella: a Verona la Juventus vince in rimonta, nonostante non le sia stato convalidato un gol regolarissimo (il mani di Ronaldo è roba da Azzeccagarbugli) e non fischiato pure un rigore a favore (fallo netto su Cancelo), eppure qualche mente perversa è riuscita lo stesso a dire, o scrivere, che quella bianconera è stata una vittoria di fortuna. 

Secondo questi geni, il Chievo - che in tutta la partita ha fatto 2 tiri nello specchio della porta (i 2 gol) avrebbe meritato di non perdere, contro una Juve che ha tirato 27 volte e 10 volte centrato la porta di Sorrentino, diventato improvvisamente la nuova icona dei detrattori a go-go. Praticamente un martire, colui che il trauma cranico e la rottura del setto nasale se li è procurati immolandosi volontariamente su CR7 per impedirgli di tirare in porta, ma per i soliti noti sarebbe stato invece abbattuto e demolito dal portoghese. Scommettiamo che domenica prossima Sorrentino sarà regolarmente in campo a Firenze, con o senza mascherina? 

Non paghi, se la sono presa pure con Chiellini, reo - col portiere del Chievo moribondo - di aver prima chiesto all'arbitro di recuperare del tempo (lo fa la stragrande maggioranza dei giocatori, in tutte le categorie) e poi pure esultato nel momento in cui la goal line tecnology aveva momentaneamente convalidato la rete di Mandzukic (roba che fanno tutti i calciatori). Le solite, assurde, infantili, pretestuose lezioncine moraliste, figlie della delusione per la mancata sconfitta - già alla prima di campionato - di Madama, alla quale c'avevano fatto in tanti la bocca, fino al pareggio di Bonucci. A proposito: ma la deviazione di Bani, chi l'ha vista? Mi sono guardato e riguardato decine di volte gli highlights della rete in questione e la supposta deviazione del clivense non l'ho vista. Sarò cecato io, perché tutti quelli "bravi" l'hanno colta. E loro, si sa, non sbagliano mai. Lo confesso, anch'io credevo in un esordio più soft e senza eccessivi patemi d'animo, ero convinto che la pratica Chievo la sbrogliasse da solo CR7, invece è andata diversamente, vuoi anche per meccanismi ancora da oliare (intesa inesistente tra Ronaldo e Dybala) e moduli tattici da rivedere: giocare a 2 in mezzo al campo con Khedira, e Cancelo così alto, ha messo troppo in sofferenza la squadra. Con gli opportuni correttivi (Emre Can in mediana e Bernardeschi al posto dell'evanescente Dybala) la squadra ha cambiato faccia e passo, e ribaltato il risultato.

Resto però dell'idea che non si possa, al penultimo giorno di mercato, rescindere il contratto di Marchisio e non avere già pronta un'alternativa, che non può essere il giovane Fagioli. Cinque centrocampisti più un under 23 sono davvero contati per un reparto nevralgico nell'economia dell'intera stagione. Serviva un Pogba.