Spal-Milan 2-3

SPAL

Viviano 6,5: sempre attento e preciso, la sua partita inizia nel migliore dei modi con ottimi interventi su Piatek e Calhanoglu che si infrangono sul suo muro. Incolpevole, poi, sulle reti del numero 10 rossonero e Kessie.

Cionek 5: qualche imprecisione in copertura, ma ad inizio secondo tempo serve un pallone delizioso a Fares per la rete del 2-2. Macchia la sua partita con il fallo da rigore su Piatek. 

(dal 31' s.t. Floccari 6: sfiora la rete del pareggio con un colpo di testa che si infrange sull'incrocio dei pali. Si conferma giocatore di assoluto valore nonostante l'età).

Vicari 6,5: trova la rete con un movimento da attaccante puro che non lascia scampo a Reina, bucato dal colpo di testa perfetto del difensore spallino.

Bonifazi 6,5: ottimo impatto sul match con diverse giocate di livello tanto in fase di chiusura, tanto quando è chiamato ad impostare. 

Lazzari 6,5: una certezza. Nell'uno contro uno è quasi sempre imprendibile grazie alla sua velocità bruciante; mette in grande difficoltà la retroguardia del Milan, costretta agli straordinari per tamponare sulla sua fascia. Determinante anche in fase difensiva quando sventa una ripartenza del Milan alla metà della ripresa.

Valoti 5,5: generoso come sempre, ma troppo spesso impreciso. Arriva più volte a chiudere l'azione ma non riese mai a trovare la via del gol.

(dal 27' s.t. Jankovic 6: giovane talento che mostra una buona fiducia nei propri mezzi. Entra bene in partita facendo ben sperare in vista della prossima stagione nella quale sarà un valore aggiunto per Semplici).

Murgia 5,5: arriva in ritardo in occasione della rete del vantaggio di Calhanoglu che lo anticipa bucando Viviano. Risolleva la propria prestazione con il perfetto assist servito a Vicari.

(47' s.t. Simic sv)

Kurtic 6: non ingrana subito e i primi minuti sono di ambientamento, poi cresce e si prende il centrocampo sulle spalle. Mette a referto diverse buone giocate che contribuiscono alla crescita della squadra, decisamente più convincente nella seconda parte di partita.

Fares 7: prima si divora l'occasione di pareggiare, poi incorna senza lasciare scampo a Reina. Firma l'ennesima prestazione di livello di una seconda di parte di stagione nella quale è stato l'uomo più importante della squadra.

Antenucci 5: il suo contributo alla squadra è praticamente nullo. Non riesce a creare pericoli alla porta rossonera e fatica anche quando è chiamato ad aiutare i compagni a sviluppare gioco. Petagna 6: luci ed ombre in una partita che non poteva essere banale per l'ex Atalanta cresciuto proprio nel settore giovanile rossonero. Il capocannoniere della stagione spallina non riesce ad iscriversi nel tabellino dei marcatori ma gioca una partita sufficiente, nella quale arriva più volte alla conclusione.


All. Semplici 6,5: la Spal gioca una buona partita ma perde. Una sconfitta ininfluente che però evidenzia i pregi di una squadra che non molla mai, nonstante la salvezza già acquista da tempo. E proprio questo, probabilmente, è il maggiore pregio dato dal tecnico ai suoi ragazzi nel corso di una stagione memorabile.​


MILAN

Donnarumma 6: quasi inoperoso nei primi 20', poi è costretto al cambio per una noia muscolare.  (dal 21' pt Reina 6: incolpevole sui gol, risponde presente su una conclusione insidiosa di Lazzari)

Abate 5: soffre tremendamente l'intraprendenza e l'esplosività di Fares che gli va via spesso. Causa la punizione che porta all'1-2. Male in occasione del secondo della Spal quando rimane a guardare. (Dal 18' st Cutrone 5,5: porta brio alla manovra offensiva ma sbaglia qualche tocco di troppo)

Musacchio 5,5: va in affanno sui calci piazzati, molto meno sicuro rispetto alle ultime uscite. 

Romagnoli 6,5: annulla con grande autorevolezza Petagna, sovrastandolo sia sul gioco aereo che nel cercare sempre l'anticipo.

Rodriguez 6: buono partita per il terzino svizzero, mette dentro alcuni cross interessanti. 

Kessie 7,5: devastante prestazione per il centrocampista ivoriano. Un gol con un destro terrificante, è lui a fornire l'assist per Calhanoglu. Riporta i suoi in vantaggio con grande freddezza dal dischetto. 

Bakayoko 6,5: padrone del centrocampo, stravince il duello con Murgia e gestisce con grande lucidità le operazioni. 

 Calhanoglu 7: sempre nel vivo del gioco, i suoi cambi di gioco disorientano le linee ben strette della Spal. Riesce ad andare al tiro in un paio di circostanze, realizza il suo terzo gol in campionato.

Suso 5,5: in ombra, combina poco e si perde la marcatura di Fares in occasione del gol del momentaneo pari.

Piatek 6: fa a sportellate, gioca bene di sponda ma non è incisivo quando ha un'occasione per fare male. Ha il merito di procurarsi il rigore che porterà al gol vittoria. 

Borini​ 6: solita prestazione di grande attenzione tattica nelle due fasi. Duetta bene con Calhanoglu  (dal 34' st Conti s.v)

Gattuso 6: sembra essere il dodicesimo in campo per il trasporto e la grinta con la quale accompagna i suoi ragazzi. Gioca la carta Cutrone e l'assetto più offensivo e vince una partita difficile.