Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.

Scorrendo la pagina o cliccando il pulsante "ho capito" acconsenti all'uso dei cookie e accetti la privacy policy.

Stavolta arbitri e Var non hanno colpe: che tristezza le proteste di Inter e Toro

Non siamo mai stati teneri con arbitri, Var e annessi, e mai lo saremo: se commettono errori gravi, se sbagliano scelte e atteggiamenti, li criticheremo come abbiamo sempre fatto, senza sconti. Quanto sta capitando dopo la prima giornata di campionato, però, ci sembra totalmente fuori luogo: ingiusto, incomprensibile, esagerato.

Ci riferiamo - facile comprenderlo - alle polemiche che Inter e soprattutto Torino hanno scatenato dopo le sconfitte con Sassuolo e Roma: entrambe lamentano la mancata concessione di un rigore. Massimo Chiesa, ex arbitro internazionale e nostro preziosissimo interlocutore, esaminando i due casi in questione è stato chiaro: a suo avviso - perché tutto ovviamente è opinabile - non c’erano né il rigore su Asamoah né quello su Iago Falque. Noi la pensiamo esattamente come lui, e non perché il suo intervento è stato riportato da Calciomercato.com: semplicemente ci sembra che il tocco sull’interista non sia decisivo per farlo cadere, così come la spinta di Fazio al granata. Se proprio vogliamo dirla tutta, concedere il rigore all’Inter sarebbe stato eccessivo, al Torino completamente sbagliato.

Attorno a queste due decisioni si è scatenato il finimondo. Spalletti ha protestato (avrebbe dovuto invece arrabbiarsi con se stesso e con i suoi giocatori per la pessima partita che hanno giocato col Sassuolo), mentre Mazzarri e il ds granata Petrachi hanno addirittura perso la lucidità. E si è arrivati a mettere in dubbio l’impiego del Var, senza tenere conto che esiste un regolamento, il famoso protocollo: il Var convoca l’arbitro quando la sua svista è evidente, non quando l’intervento in questione - rivisto in tv - rimane opinabile. A noi sembra che il Var, nelle due circostanze di cui parliamo, abbia rispettato regolamento e protocollo: l’errore dell’arbitro - ammesso che ci sia - non è comunque grave, perciò andiamo avanti con la sua decisione. Inter e Torino, ma di cosa stiamo parlando?

@steagresti
 


Stefano Agresti

Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Le più commentate
22/01
159
di Emanuele Tramacere
Piatek al Milan, tutte le cifre a bilancio: l'affare è sostenibile, almeno per ora
22/01
59
di Pasquale Guarro, inviato
Tonali: 'Mi ispiro a Modric, tifo Milan. Allenato da Gattuso? Sarebbe bello'
22/01
57
di Daniele Longo
MILAN, E' FATTA PER PIATEK A TITOLO DEFINITIVO: I DETTAGLI
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.