Una fucina di talenti. L’Ekstraklasa, il massimo campionato polacco, continua a produrre una gran quantità di giovani di grande prospettiva, pronti per il salto nei maggiori tornei europei. È il caso di Krzysztof Piatek, attaccante arrivato in estate dal KS Cracovia al Genoa e autentica rivelazione del primo scorcio di stagione con quattro reti nelle prime tre partite disputate in Serie A

Ad attirare l'attenzione degli osservatori italiani (e non solo) anche Sebastian Szymanski (foto Instagram), centrocampista classe 1999 del Legia Varsavia. Nonostante la giovane età, il 19enne non ha impiegato molto tempo per affermarsi in patria: dopo aver esordito il 20 agosto 2016, a soli 17 anni 3 mesi e 10 giorni, Szymanski è riuscito a scalare in fretta le gerarchie, guadagnandosi presto una maglia da titolare. VERSATILE - Osservandolo in campo, si fa fatica a credere che si è di fronte a un ragazzo di appena 19 anni. Se le qualità tecniche sono fuori discussione, con un mancino educato, a sorprendere è la maturità mostrata sul rettangolo verde di gioco, che gli permette di fare (quasi) sempre le scelte giuste. Visione di gioco e tempismo fuori dal comune, che fanno di Szymanski un centrocampista completo, capace di poter ricoprire diverse posizione in mezzo al campo. Nato calcisticamente nel ruolo di regista per la capacità di dettare i tempi di gioco alla squadra e recuperare una buona mole di palloni, nel corso del tempo è stato utilizzato anche come mezzala per sfruttare la capacità d’inserimento, fino a ricoprire i ruoli di ala destra, trequartista e seconda punta. Il classe ’99 ama, infatti, giocare tra le linee e andare a occupare gli spazi lasciati liberi dalla difesa avversaria. Veloce e dinamico - 1,74 per 60 chili - lavora molto anche in fase difensiva, facendo dell’intensità una delle sue doti principali.

INTER, KLOPP E NON SOLO… - Le ottime prestazioni con il Legia Varsavia e con la maglia dell’Under 21 polacca di Sebastian Szymanski hanno attirato l’attenzione di diversi club in giro per l’Europa. Il primo a mettere gli occhi sul giovane centrocampista è Jurgen Klopp, che nell’estate 2017 lo nota in una partita dei preliminari di Champions League contro i finlandesi del Mariehamn. Un gol e una prova eccellente, che non passano inosservati agli occhi del tecnico dei Reds. Nella stessa estate anche l’Inter si interessa al polacco e decide di seguirlo con grande attenzione, senza però (per ora) affondare il colpo. Fino ad arrivare all'ultima sessione di mercato, con il CSKA Mosca che ci prova, trovando il muro del Legia. L’ultimo no? Probabilmente sì: già a gennaio sarà difficile trattenere Szymanski, l'ultimo ‘enfant prodige’ dell’Ekstraklasa. E l'Inter e Klopp non si sono certamente dimenticati di lui...