La buonanotte è un viaggio. Fatto senza la necessità di muoversi. Inizia come cena tra amici. Nicola Zanone, eterno ex prodigio incompiuto. Enrico Salvadori, storico del calcio. Il sottoscritto. Soprattutto lui. Paolo Rossi il bomber. Il tavolo è quello del ristorante Pancino di Ronchi. Il punto di riferimento per gente di sport. Silvio Baldini, Luciano Spalletti. Il vecchio guru Corrado Orrico, Mussi ed Evani. Una sorta di club, insomma. Ma quando arriva Rossi il locale si trasforma nella macchina del tempo. Dopo cinque minuti parte la processione dagli altri tavoli. Paolo non è Paolo ma soltanto Pablito. Uomini e donne di tutte le età e anche ragazzini sfilano educatamente ciascuno con una domanda per il campione. Lui, sempre sorridente, risponde a tutti. E lì, seduti davanti a un fritto di pesce che si fredda, diventiamo ascoltatori di storie bellissime di una volta eppure sempre nuove e meravigliose. Poi arriva il conto e si torna a terra. E’ stato bellissimo viaggiare. Può essere anche questa l’eternità. Buonanotte e fate sogni colorati. 


  Ascolta "Una sera a cena con Pablito, dentro la macchina del tempo" su Spreaker.