Donny Van de Beek e il Milan flirtano da tempo. Da anni per la precisione, perché il centrocampista dell'Ajax è sempre stato nel mirino dello scouting rossonero, prima con la gestione Mirabelli poi con Leonardo che ha mosso più volte i propri uomini nello scorso autunno per prendere contatto sul fronte legato all'olandese. Un gioiellino che in Champions League è letteralmente esploso: gol alla Juventus, prestazioni sontuose, carte in regola per diventare un top player visto che la sua carta d'identità racconta di 21 anni compiuti da pochissimi giorni. Il Milan lo ha cercato due anni fa senza successo, mentre ad ottobre scorso è stato tutto rimandato all'estate da parte dell'entourage di Van de Beek. GRADIMENTO E NUOVO PREZZO - C'è da sottolineare un fattore: il giocatore ha sempre dato il suo gradimento totale al Milan in questi anni, ne riconosce storia e valore, ha gradito anche le proposte legate al progetto Champions League da parte del Diavolo. Insomma, un feeling che ha aperto una strada senza però portare ad accordi definitivi. Oggi diventa un rimpianto per i rossoneri visto l'exploit di Van de Beek: vederlo decollare in Champions è stata un'amarezza per Leonardo che sperava di inseguirlo a condizioni economiche inferiori, adesso i 25 milioni di valutazione dell'Ajax di 8/9 mesi fa sono più che raddoppiati. C'è la fila per Van de Beek e con meno di 60 milioni sarà difficile anche solo sedersi al tavolo del direttore Overmars. Perché Donny apprezza il Milan, ma prenderlo adesso è diventato terribilmente complicato per chiunque in Italia.