Quasi 70 mila persone sugli spalti di San Siro, una sfida ad altissima tensione. Difficilmente Michal Sadilek, centrocampista classe 1999 del PSV Eindhoven, dimenticherà il suo esordio in Champions League. Una prima assoluta arrivata a quattro giorni di distanza dal debutto in Eredivisie, in occasione del 6-0 della formazione di Mark van Bommel contro l'Excelsior Rotterdam. Il calciatore di Uherske Hradiste è uno dei maggiori talenti del vivaio del club olandese; l'ex centrocampista del Milan ha già dimostrato di puntare molto su di lui, decidendo di gettarlo nella mischia in un match come quello di Milano contro l'Inter. Un inserimento rapido che, come ha già fatto capire più volte Van Bommel, porterà Sadilek nel giro di poco tempo a diventare un pilastro del PSV: le ottime doti tecniche e la personalità fanno di lui un calciatore già pronto nonostante la giovane età.

ENFANT PRODIGE - Cresciuto nel settore giovanile dello Slovacko, formazione della massima divisione ceca, Michal Sadilek viene acquistato dal PSV per appena 75 mila euro. "Il mio ruolo naturale è il regista, ma posso giocare anche come mezzala". Il classe '99 è cresciuto nel settore giovanile del club di Eindhoven fino a diventare il capitano dell'Under 19, prima di esordire agli ordini di van Bommel. Definito in Olanda un "aspirapolvere del centrocampo" per l'ottima capacità di rubare i palloni, Sadilek ha tra le sue doti migliori quella di dettare i tempi della manovra, tanto da essere accostato a campioni del calibro di Pirlo e Verratti. Ed è proprio al centrocampista del PSG che il giovane ceco ha dimostrato di assomigliare maggiormente per qualità fisiche e tecniche, anche se il paragone con van Bommel, suo allenatore, lo riempe d'orgoglio: "Ho visto alcune sue partite ed era davvero un grande giocatore". Capitano della formazione U20 della Repubblica Ceca, il giovane centrocampista è già seguito attentamente dal ct della nazionale maggiore Jaroslav Silhavy.
DESTINO - "Un'atmosfera incredibile, l'inno della Champions e 70 mila tifosi. Non mi rendo davvero conto di cosa sia successo e probabilmente non lo dimenticherò mai". L'esordio di Sadilek in Champions League è arrivato proprio a San Siro, in quello stadio che poteva essere il suo. L'enfant prodige ceco era stato, infatti, seguito a lungo lo scorso anno proprio dal club nerazzurro, che lo aveva valutato attentamente prima di virare su altri obiettivi. Oggi il prezzo di Sadilek è lievitato, con alcuni club inglesi che lo seguono da vicino e hanno già inviato alcuni emissari per osservarlo in occasione di alcune sfide di Youth League. Il 19enne ceco è pronto a prendersi un posto nel PSV, in attesa di una proposta (che certamente non tarderà ad arrivare), di un grande club europeo.