Allegri né 'cagon' né impavido, ma soltanto 'mister buon senso'
22/01/2017, 16:32
di Marco Bernardini
Se a Carlitos Tevez, ormai in Cina e impegnato a tentare di far grande il calcio nascente, avessero letto la formazione con la quale la sua ex Juventus sarebbe scesa in campo per affrontare la Lazio sicuramente il bomber si sarebbe chiesto se, per caso, la società bianconera avesse cambiato allenatore anzitempo. Era stato proprio lui, infatti, a lasciarsi sfuggire dalla bocca quel “cagon” che traducendo il labiale le telecamere avevano inviato in tutto il mondo. Allegri lo aveva “prudentemente” sostituito e lui aveva interpretato quella scelta tattica come un segno di debolezza palese del tecnico. Per la verità il giudizio sicuramente troppo pesante era stato condiviso da gran parte del popolo bianconero il quale ha sempre digerito con grande fatica ogni tipo di atteggiamento rinunciatario.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SU ILBIANCONERO.COM
Marco Bernardini
Le più commentate
23/08
6
di Pasquale Guarro
Inter: Sabatini a cena con gli agenti di Schick, la Roma si muove con Totti
23/08
4
Real Madrid, fonti vicine a Ronaldo: 'Non garantiamo che resti'
23/08
3
Montella: 'Deluso da Niang, giocare nel Milan non può stressare'. La replica: 'Vorrei decidere io dove trasferirmi'
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.
Invia
Per poter commentare effettua il LOGIN
Per poter commentare effettua o accedi con Facebook