Grazie, Umberto Veronesi: ci hai regalato la speranza
08/11/2016, 20:40
di Marco Bernardini
Diceva: “La medicina non è una scienza senza colore”. Intendeva affermare che, troppo spesso, coloro i quali dovrebbero essere le sentinelle del nostro bene più prezioso e cioè la salute dimenticano essere lo scudo della la prima e imprescindibile regola sulla quale si fonda la loro deontologia professionale.

La medicina è l’avventura più sensazionale e fantastica che l’uomo può frequentare per passione e per missione. La medicina deve essere ricerca e umanità allo stesso tempo. La medicina è l’àncora che permette a tutti noi di non lasciarci andare alla deriva verso le sponde estreme della nostra esistenza. La medicina non è una bandiera bianca simbolo di resa a fronte dell’ineluttabile o del non ancora comprensibile. La medicina, dunque, ha i colori dell’arcobaleno e della speranza. A prescindere.

Ribadendo la colonna portante di tutta la sua filosofia laica e progressista, salutiamo e diciamo grazie a Umberto Veronesi il professore campione di giostra tragica e quotidiana chiamata cancro che ci ha lasciati orfani, poche ore fa, di una mente rara e di una volontà di ferro al servizio dell’umanità. Un medico che era anche un artista e un mancato artista che si fece medico malgrado le normali e sfacciate barriere di casta. Era difficile, un tempo, poter studiare e laurearsi se si apparteneva alla classe sociale operaia. Umberto Veronesi era nato e cresciuto in una casa di gente umile e onesta tra le nebbie della campagna pavese. L’amore per il prossimo, strada facendo, ne fece quell’uomo della speranza che tutti abbiano conosciuto e apprezzato.

Medico, certamente, ma anche filosofo e soprattutto ricercatore instancabile. Intellettualmente libero al punto di chiamarsi fuori dalla politica senatoriale non appena compreso il rischio della strumentalizzazione. Eroico assertore delle libertà individuali con in testa a tutte quella del diritto di ciascuno nel poter decidere se e quando andarsene con dignità. Soprattutto lottatore dal cuore impavido e dalla  mente sgombra da pregiudizi in grado di farci sopravvivere e di farci continuare a vivere e lottare anche quando la Bestia sembra non volerci più dare speranza.

Giù il cappello, dunque, per un uomo inviatoci dal destino misericordioso che in ogni caso non sarà mai morto.
Marco Bernardini
1) pochi, pochissimi eminenti medici e ricercatori si sono schierati contro la sperimentazione animale (uno di questi era appunto Veronesi), molti di quelli che l'hanno fatto erano tutt'altro che eminenti. 2) niente in medicina è efficace, specifico e sensibile al 100 ℅, c'è un rischio di eventi avversi su ogni farmaco ma la sperimentazione animale prima e umana poi, riduce esponenzialmente il rischio che farmaci eccessivamente dannosi vengano messi in commercio. I casi che hai citato tu sono risalgono a piú di 30 anni fa e non sono stati testati con le stesse metodiche di oggi. 3) 'smettiamola di propagandare le PSICOPATOLOGIE di coloro che si divertono a dare tremende sofferenze ad esseri viventi e senzienti' ma ti rendi conto di ció che hai detto? Stai offendendo delle persone che hanno studiato per anni e che dedicano la loro vita alla ricerca nella speranza di salvare la vita a qualcuno, non solo vengono pagati una miseria ma sono anche non tutelati ed esposti continuamente a offese insensate come la tua. Inoltre c'è tutta una regolamentazione fatta ad hoc per la tutela dell'animale stesso. Purtroppo non esistono ad oggi alternative valide alla sperimentazione animale altrimenti sarebbe giá stata messa da parte. 4) la vivisezione non si pratica piú da oltre 200 anni, questo è un terminine che gente (evidentemente poco onesta intellettualmente) ha usato impropriamente per chiamare la SA e per demonizzarla. Per farti un esempio, è un po' come chiamare 'castrazione' la vasectomia, sono due cose diverse fatte per scopi diversi. Ti auguro di non aver mai bisogno di un farmaco salvavita, ma qualora dovesse accadere sono curioso di vedere se resterai coerente con i tuoi ideali e rifiuterà le cure. Infine, scusa se la domanda puó risultare prepotente ma potrei sapere quali sono le tue competenze scientifiche per poter fare certe affermazioni?
Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Le più commentate
14:45
625
Juve, incontro positivo: Allegri resta e ha ottenuto un grande rinnovamento
20/05
625
L'INTER RIBALTA LA LAZIO, 3-2 ED È IN CHAMPIONS: DECIDE VECINO!
09:00
548
di Cristiano Ruiu
ESCLUSIVO!
250 milioni per UN punto, umiliazioni e Donnarumma: Milan, stagione da 4!
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.