PAGELLONE: Ninja-Caldara, i mostri. Pioli, coraggio da 7: ma troppo testardo
28/02/2017, 10:30
di Stefano Agresti

10 NAINGGOLAN. Un mostro. Oggi il miglior centrocampista d’Europa per rendimento: fa tutto e tutto bene. Dicono conduca una vita assai sregolata, tra discoteche e sigarette: forse gli eccessi gli giovano.

 

9 CALDARA. Un giovane mostro. Sa difendere, e questa è la qualità indispensabile, ma vede anche la porta avversaria, dote nient’affatto trascurabile. La Juve ci è arrivata prima delle altre, al solito. 

 

8 ZAMPARINI. Finalmente se ne va, e la notizia non può che dare speranza ai tifosi del Palermo. Nel momento dell’addio, è giusto anche ricordare quanto ha fatto di buono, anzi di eccezionale, per il club siciliano: lo ha preso in rovina, lo ha portato in Europa. Da dimenticare le ultime stagioni e gli esoneri di massa.

 

7 IL CORAGGIO DI PIOLI. Ha affrontato la Roma con Candreva e Perisic sugli esterni, due trequartisti, un centravanti: non ha avuto paura di giocarsela, benché gli mancasse Miranda. Se non altro ci ha provato.

 

6 ALLEGRI-BONUCCI. La riconciliazione procede a piccoli passi, resta la sensazione di due che non si sono mai amati e mai si ameranno. Non crediamo potranno andare avanti assieme anche nella prossima stagione.

 

5 EMPOLI. La società modello quest’anno ha sbagliato qualcosa nell’operazione di ricostruzione. Alla fine la salvezza arriverà, ma più per demeriti altrui che per meriti propri.

 

4 CANNONIERI-RIGORISTI. Belotti ha raggiunto Dzeko e Higuain in testa alla classifica dei marcatori: sono tutti a quota 19. Ma il Gallo si è tolto anche la soddisfazione di scavalcare il giallorosso per i penalty falliti: 3 a 2. Grandi cannonieri, scarsi rigoristi.

 

3 LA TESTARDAGGINE DI PIOLI. Dopo avere schierato un’Inter così coraggiosa (vedi voto 7) e averla vista subito in grande difficoltà contro la forza della Roma, sarebbe potuto/dovuto intervenire per aggiustarla in corsa. Macché: è andato avanti a testa bassa verso la sconfitta.

 

2 DELLA VALLE. Il principale artefice della crisi della Fiorentina: lo scarso attaccamento alla società - e la conseguente mancanza di investimenti - ha creato il disastro attuale.

 

1 DE LAURENTIIS. Ora c’è qualcuno che comincia addirittura a dargli ragione per il devastante sfogo post-Real: a noi sembra che i problemi del Napoli li abbia creati soprattutto lui in quei pochi minuti davanti ai microfoni.

 

0 CALVARESE. In Sassuolo-Milan abbiamo assistito a uno scempio mai visto, o quasi. Verrà quasi certamente fermato da Nicchi, anche perché non è un big: quando i disastri li combina Rizzoli, si fa finta di non vederli.

 

@steagresti
 


Stefano Agresti
Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Le più commentate
13:10
605
Inter, UFFICIALE: chiesto un prestito da 300 milioni per rifinanziare il debito
12:31
505
Sorteggio Champions: la Juve pesca il Tottenham. Roma con lo Shakhtar, Real Madrid-PSG, Chelsea-Barcellona
09:00
308
di Cristiano Ruiu
ESCLUSIVO!
Vai Rino! Tanti saluti alla difesa a 3 e a quei bidoni portati da Mirabelli
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Invia
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
Per poter commentare effettua il LOGIN
Per poter commentare effettua o accedi con Facebook