Via Ranieri? Viva Ranieri
23/02/2017, 23:05
di Stefano Agresti
La leggenda non si cancella. Mai. Figuriamoci con un esonero meschino, una pugnalata alle spalle dell'uomo che ha portato a compimento, appena pochi mesi fa, l'impresa più sorprendente nella storia dello sport. Noi non dimentichiamo né dimenticheremo: per noi Claudio Ranieri rimane un eroe e il suo Leicester uno straordinario esempio di come nel calcio niente sia impossibile.

Peccato che quello stesso Leicester gli abbia voltato le spalle, e sono passati appena nove mesi dai giorni del trionfo, quando tutto il mondo parlava di quella squadra sconosciuta e di quell'allenatore che in Italia definivano 'il perdente di successo'. Altro che perdente: ha vinto quello che nessuno avrebbe mai pensato. E anche qui, tra di noi, molti si sono improvvisamente scoperti tifosi delle Foxes, una squadra di cui conoscevamo l'esistenza a malapena, soprattutto perché Mancini aveva deciso di giocare là le ultime partite della carriera.

Si racconta fosse entrato in contrasto con i vecchi del gruppo, alcuni dei quali lo avrebbero scaricato: un gesto vile nei confronti di chi li ha da poco guidati a un traguardo inimmaginabile, regalando loro una notorietà e una fama che mai si sarebbero sognati di avere. Ma nel calcio, come nella vita, la riconoscenza non esiste (quasi) mai. Ranieri ha pagato questi rapporti deteriorati, più che i risultati sì negativi (il Leicester è in piena lotta per la salvezza) ma nobilitati da un eccellente cammino in Champions (e il 2-1 di Siviglia lo lascia in piena corsa per la qualificazione ai quarti). In Premier la squadra ha forse sofferto le attese e la pressione, oppure più probabilmente un organico inadeguato a competere anche in Europa, insufficiente nella qualità e nei numeri. E tanti calciatori hanno cominciato a sbuffare, anziché aiutare Claudio a tirarsi fuori dai guai.

Meritava di provarci, Ranieri. Fino alla fine. Non gliel'hanno permesso: peggio per loro. Tornerà a casa amareggiato, certamente, ma comunque consapevole di avere realizzato un'impresa che resterà scritta nei libri di storia. No, la leggenda non si cancella. Mai.

@steagresti


 
Stefano Agresti
Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Le più commentate
13:10
619
Inter, UFFICIALE: chiesto un prestito da 300 milioni per rifinanziare il debito
12:31
506
Sorteggio Champions: la Juve pesca il Tottenham. Roma con lo Shakhtar, Real Madrid-PSG, Chelsea-Barcellona
09:00
309
di Cristiano Ruiu
ESCLUSIVO!
Vai Rino! Tanti saluti alla difesa a 3 e a quei bidoni portati da Mirabelli
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Invia
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
Per poter commentare effettua il LOGIN
Per poter commentare effettua o accedi con Facebook