Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.

Scorrendo la pagina o cliccando il pulsante "ho capito" acconsenti all'uso dei cookie e accetti la privacy policy.

Bello e bravo: Guardiola sfida le italiane per la nuova stella made in Usa
Un enfant prodige, finito sotto la lente d'ingrandimento delle big d'Europa. Si chiama George Bello ed è la nuova stella del calcio statunitense. Gioca per Atlanta United, club della Major League che oltre a puntare sui talenti sudamericani ha un occhio di riguardo per la sua academy, e nel weekend ha fatto il suo esordio tra i professionisti, nella sconfitta 3-1 contro il DC United di Wayne Rooney. A 16 anni e 224 giorni. Dalle parti della città della Coca Cola sono convinti che sia solo l'inizio di una lunga e gloriosa carriera, che presto potrebbe vederlo protagonista in Europa, in una big. Un sogno da bambino, per il quale sembra essere solo una questione di tempo.

CONTESO - Nonostante sia nato nel gennaio 2002, Bello si è già fatto un nome anche dall'altra parte dell'oceano. Genoa, Roma, Everton, Schalke, Chelsea e soprattutto il Manchester City di Guardiola hanno chiesto informazioni, merito delle sue prestazioni con la maglia degli Stati Uniti, con la quale ha vinto il Torneo delle Nazioni riservato alla categoria under 15. Nato ad Abuja, in Nigeria, Bello si trasferisce a Douglasville a un anno. Nato come attaccante centrale, con il passare degli anni si allarga a sinistra, prima come ala, poi come terzino di spinta. Con ottimi risultati. Dopo l'esperienza formativa nell'Alpharetta Ambush nel 2016 entra nell'academy di Atlanta United conquistando, lo stesso anno, il premio di miglior giocatore dell'East Conference U15/16.  NON SI MUOVE - In attesa di fare il grande salto nel Vecchio Continente, il presente si chiama Atlanta, dove è destinato ad avere futuro. Il Tata Martino ha già dimostrato di tenere d'occhio i ragazzi di prospettiva, i minuti concessi a lui, oltre che ad Andrew Carleton e Chris Goslin, in questa stagione, sono la conferma (Zyen Jones non ha avuto la possibilità di esordire perché ha scelto lo Schalke). Rimanere negli Usa, per continuare il processo di crescita, al momento ha la priorità. Bello di nome, bravo di fatto. Vedere per credere.
Federico Zanon

Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Leggi anche...
02/09
3
Guardiola difende Mourinho: 'Se alleni lo United sei un grande allenatore'
30/08
Sorteggi Champions, il Napoli vede Guardiola: una nuova sfida con il City a 5,00
19/08
Man City, Guardiola: 'Mourinho dice che la classe non si compra? Ha ragione'
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.