"No Paquetá, no party". Così twitta uno dei (tanti) brasiliani che critica il commissario tecnico verdeoro Tite. La Seleçao pareggia 0-0 contro il Venezuela del General Rincon nella seconda gara della Coppa America ed è raggiunto al primo posto del Gruppo A dal Perù, che ha vinto 3-1 contro la Bolivia grazie agli eterni Guerrero e Farfan. Il trequartista del Milan, in panchina già per tutta la sfida contro i boliviani (vinta 3-0 con un grande Coutinho), si accomoda tra le riserve anche contro Martinez e soci, senza assaggiare il campo. 

SI' FERNANDINHO, NO PAQUETA' - Il ct Tite, poi, è stato preso di mira dai social, ritenuto troppo rinunciatario, visto che sullo 0-0 ha inserito il centrocampista del Manchester City Fernandinho, mediano puro, anziché il numero 39 rossonero, uno capace di accendere la scintilla, uno che il popolo brasiliano chiama a gran voce, vista la sua qualità. Uno che la prossima stagione sarà al centro del progetto del Milan di Giampaolo. "Queremos Paquetá" urlano i tifosi, vogliosi di calcio offensivo. Verranno ascoltati per la sfida, decisiva, con il Perù?