Qualificazione alla Champions e Fair Play Uefa due spade di Damocle sul prossimo mercato del Milan, che però ha già le idee chiare su quelle che saranno le priorità per l'estate: tra queste ci sarà non solo l'acquisto di un esterno offensivo per la fascia destra, ma anche uno per la corsia opposta. A prescindere da quello che sarà il futuro di Hakan Calhanoglu, considerato non incedibile dalla società e già cercato a gennaio dall'RB Lipsia, Leonardo e Maldini sono alla ricerca di una nuova ala che prenda possesso della laterale mancina e i nomi sul taccuino dei due dirigenti rossoneri sono diversi.

PREFERITI - A partire da Everton Soares, il favorito di Leonardo. I contatti con l'agente del classe '96 (Gilmar Veloz, ex rappresentante di Pato) sono costanti e hanno incassato il gradimento da parte del giocatore, grande amico di Paquetà. E una prima proposta è già stata trasmessa al Gremio: 40 milioni di euro, a fronte di una clausola rescissoria da 80 milioni. Primi passi per Everton, ma in cima alla lista del Milan c'è anche un altro nome, quello di un ex: Gerard Deulofeu, tornato a brillare con la maglia del Watford e alla ricerca di una nuova grande occasione in Europa per la prossima stagione. Lo spagnolo non ha mai nascosto di essersi trovato bene al Diavolo e di voler tornare un giorno: i rossoneri ci hanno già provato lo scorso gennaio, tentativo naufragato, in estate potrebbero tentare un nuovo assalto consci di una valutazione cresciuta con l'ottima stagione di Deulofeu, i Pozzo chiedono circa 40 milioni, ma consapevoli anche di avere in Geri un alleato di primo piano per portare avanti la trattativa.

QUOTAZIONI IN RIBASSO - Everton e Deulofeu i candidati principali, per due che salgono ce ne sono altri due che vedono le proprie quotazioni scendere: Yannick Carrasco e Allan Saint-Maximin, le cui avventure rispettivamente al Dalian Yifang e al Nizza sono ai titoli di coda. Il belga spinge per tornare in Europa e già a gennaio ha sfiorato il Milan, che ora però ha virato su altri obiettivi, complici anche i costi dell'eventuale operazione Carrasco tra cartellino, commissioni e ingaggio da 10 milioni a stagione (sul quale, tuttavia, l'ex Atletico potrebbe effettuare qualche rinuncia). Discorso più legato all'aspetto tecnico invece per quanto riguarda Saint-Maximin, protagonista di una stagione tra luci e ombre in Ligue 1: proprio gli alti e bassi del francese hanno fatto riflettere Leonardo e a questi si aggiungono le richieste maggiorate da parte del Nizza (35 milioni), forte della clausola che ha esteso il contratto dell'esterno fino al 2022. L'OUTSIDER E IL SOGNO - Tra i favoriti e quelli in fase di allontanamento, si inserisce anche un outsider come Dani Olmo. Il classe '98 della Dinamo Zagabria piace molto al Milan, che a più riprese lo ha fatto seguire dai propri scout, e la recente visita milanese dello spagnolo ha alimentato nuovamente le speranze rossonere, ma la strada che porta a Olmo è tutta in salita: Borussia Dortmund e Siviglia sono in netto vantaggio e la Dinamo è pronta a scatenare un'asta da oltre 30 milioni di euro. Ultimo ma non per importanza il sogno proibito, Serge Gnabry. Classe '95, capace di giocare sia a destra che a sinistra e già nel giro della nazionale maggiore tedesca, il suo profilo rientra perfettamente nelle linee guida tracciate da Elliott, ma in questo caso a frenare l'entusiasmo rossonero è il club detentore del cartellino, il Bayern Monaco: nonostante una valutazione di base esista, non meno di 50 milioni di euro, i bavaresi non hanno intenzione di privarsi di Gnabry, considerato con Coman il futuro delle corsie esterne, presto orfane di Robben e Ribery. Speranze al lumicino, ma anche lui rientra nella lista di Leonardo: tutto passa dalla Champions e dalla sentenza sul Fair Play, ma il Milan si sta muovendo e prepara un colpo per la fascia mancina.

@Albri_Fede90