Yannick Ferreira Carrasco e l'Italia si sono sfiorati, ancora. Un anno fa è stato a un passo dall'Inter per poi veder sfumare tutto in extremis per volontà del Dalian Yifeng, adesso invece andrà all'Atlético Madrid che sta chiudendo l'operazione per l'esterno belga. Un'occasione di mercato più che interessante: libero in prestito per 6 mesi ma con l'intero, onerosissimo ingaggio a carico, Carrasco nei giorni scorsi si era anche offerto al Milan come opportunità per sostituire Suso da esterno puro. 

Ascolta "Carrasco si era offerto al Milan" su Spreaker.

LA DECISIONE - La dirigenza rossonera non ha voluto approfondire un prestito secco di 6 mesi con uno stipendio da 11 milioni all'anno netti, ancora vincolato ai vecchi contratti del calcio cinese. Avendo già fatto l'operazione Ibrahimovic a breve termine, il Milan inquadrava diversamente questo discorso e l'Atlético Madrid è stato un ritorno da subito graditissimo a Carrasco. Gli spagnoli si sono inseriti all'improvviso con forza quando hanno dovuto rinunciare all'arrivo immediato di Cavani, Yannick conosce l'ambiente e ha dato l'ok al trasferimento che verrà chiuso a breve. Carrasco e l'Italia sanno solo sfiorarsi. Perché sarà ritorno a Madrid.