Per festeggiare i 21 anni si è regalato una serata molto speciale: gol decisivo al Real Madrid in Champions League e successo storico del CSKA Mosca sulle MerenguesNikola Vlasic non è mai stato un giocatore banale. Croato, di Spalato, nel 2014 fu inserito dal Guardian nella lista dei calciatori più talentuosi nati nel 1997, insieme a calciatori del calibro di Ousmane Dembélé e Tielemans; a 21 anni ha già collezionato oltre 150 presenze in carriera, mostrando tutto il suo talento cristallino in campo nazionale e internazionale. Non a caso sulle sue tracce sono finiti i miglior club europei, con l’Everton che è riuscito a strapparlo alla concorrenza di mezza Europa. Ora il prestito al CSKA, per la definitiva esplosione, prima del ritorno in Premier League.

L’ESPLOSIONE - Il sogno di Vlasic? Giocare con la maglia dell’Hajduk Spalato, quella che è molto più di una squadra per la gente della città croata. Nato calcisticamente nell’NK Omladinac Vranjic, nel 2012 viene acquistato proprio dalla formazione di Prva Liga, che lo aggrega al settore giovanile. Le qualità del classe ’97 non passano inosservate, con il debutto in prima squadra che arriva all’età di 16 anni e 9 mesi sotto la guida di Igor Tudor: Vlasic trova subito la rete, diventando il più giovane marcatore in una competizione internazionale nella storia del club croato. In tre anni, colleziona 13 reti e 20 assist in 120 presenze, diventando un elemento fondamentale dell’Hajduk. Vlasic finisce ben presto nel mirino di alcuni club italiani come Inter, Roma, Lazio e Torino, ma è l’Everton a sbaragliare la concorrenza con un’offerta di 11 milioni. Al suo arrivo a Goodison Park, non riesce a guadagnare spazio sotto la guida di Koeman; la situazione peggiora dopo l’esonero dell’olandese, con l’arrivo di Allardyce che complica i piani del giovane talento croato. Quest’estate, dopo l’arrivo di Marco Silva sulla panchina dei Toffees, Vlasic ha scelto di ripartire da Mosca: prestito al CSKA, dove non ci ha messo molto a imporsi, guadagnandosi in poche settimane la fama di miglior calciatore del campionato russo. L’INTER… - "È normale che tutti i grandi club italiani, Inter compresa, guardino con interesse al mercato croato e ai suoi giovani più promettenti. È stato così anche per Nikola. Ne ho parlato con Ausilio”. A confermare l’interesse dei nerazzurri lo stesso agente di Vlasic, Tonci Martic, che poi ha aggiunto: “A chi somiglia? Hulk! E Nikola è un campione anche nella testa, oltre che nel fisico”. Nonostante il passaggio all’Everton e il periodo poco felice a Liverpool, il croato non è mai uscito dai radar del club nerazzurro, che continua a seguirlo. Ora il CSKA per dimostrare di essere pronto ad altissimi livelli, prima di tornare in Inghilterra. L’Everton difficilmente deciderà di privarsi di lui, ma l’Inter non molla…