Gli Azzurri in verde. Non è un problema di daltonismo, no, ma solamente l'Italia che abbraccia il passato per guardare al futuro: già utilizzato il colore verde negli anni '50, in una sfida all'Argentina disputata sempre all'Olimpico,, la maglia che Puma ha creato per la nazionale di Roberto Mancini è un omaggio al Rinascimento italiano a livello calcistico, coi tanti giovani che si stanno mettendo in luce. Una terza maglia per Immobile e compagni che tanto sta facendo discutere .

Non è la prima maglia al centro delle critiche e non sarà neanche l'ultima. In passato, sia per l'Italia che per altre nazionali, nel mirino sono finiti a volte i colori, a volte il materiale, a volte il modello. E partendo dal caso Italia, la Classifica di CM di questa settimana è dedicata alle maglie delle nazionali che hanno fatto più discutere. Una carrellata delle più criticate e, a volte, oggettivamente più brutte.  L'Italia c'è, due volte. In verde e in 'celeste', alla Confederations Cup pre Mondiale sudafricano, con quei pantaloncini marroni che hanno lasciato interdetti. E poi? Il Camerun, sempre due volte, che ha fatto arrabbiare la Fifa: senza maniche prima, divisa body poi, inaccettabile. Poi la Bolivia, la Colombia, il Venezuela e il Brasile: tante maglie, tante discussioni, infinite critiche. Sì, perché tutto ora è rimandato alla prossima scelta...