Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.

Scorrendo la pagina o cliccando il pulsante "ho capito" acconsenti all'uso dei cookie e accetti la privacy policy.

Disastro Monaco: da Golovin e Pellegri a Tielemans, ecco chi può partire
Una sola vittoria in 16 partite stagionali (17 se consideriamo anche la Supercoppa persa contro il PSG ad inizio agosto), penultimo posto in Ligue 1 e ultimo posto nel girone di Champions League. La crisi del Monaco è nera, a tratti nerissima. A nulla sembra essere servito l'esonero del portoghese Jardim, rimpiazzato da un Thierry Henry che ha scelto forse la piazza e il momento più difficili in assoluto per dare avvio alla propria carriera da allenatore. A rincarare la dose, poche ore fa, la notizia del fermo imposto al proprietario del club, Dmitrij Rybolovlev, reo - si legge - di aver influenzato i giudici in una causa legale in cui era coinvolto. Un periodo terribile dentro e fuori dal campo che somma danni e beffe e che non sembra prossimo alla fine.

DAL TITOLO ALLA DEBACLE - Lo 0-4 a domicilio di ieri sera nella sfida europea contro il Bruges ha rappresentato il punto più basso toccato dal club del Principato in questa stagione e nella sua storia recente. Un'emorragia di risultati sorprendente per una squadra che solo due anni fa si laureava campione di Francia e sfiorava la finale di Champions League. Nonostante il secondo posto dello scorso anno, i biancorossi non sembrano aver ammortizzato del tutto gli addii dei trascinatori di quell'annata gloriosa. Le partenze nelle ultime stagioni di giocatori come Mbappè, Fabinho, Bernardo Silva e Bakayoko (lontano fratello di quello ammirabile oggi) hanno portato nelle casse dei biancorossi centinaia di milioni di euro, ma al tempo stesso hanno costretto il club ad una rifondazione tecnico-tattica quasi totale. FUGA DI TALENTI - Pur avendo perso pedine fondamentali la squadra monegasca è tutt'altro che priva di giovani talenti e interessanti prospetti. Basti pensare al russo Aleksandr Golovin, arrivato in estate dopo l'ottimo mondiale disputato con la propria nazionale e che ha preferito la Costa Azzurra alle fredde Torino e Londra, mettendo da parte i corteggiamenti di Juventus e Chelsea. Scelta di cui forse ora si starà pentendo, chissà, anche il suo collega di reparto Youri Tielemans. Il 21enne belga - da tempo nei radar di molti top club europei - era approdato in Ligue 1 nel 2017, ma l'annata nera potrebbe spingerlo a rivalutare il proprio futuro. Anche in Serie A guardano con interesse. Se la riscossa sul campo tardasse ad arrivare, al Monaco servirà più di uno sforzo per blindarli nelle prossime finestre di mercato.

PETITE ITALIE - Un futuro che non promette molto di buono anche per la piccola colonia italiana di stanza nel Principato. Antonio Barreca e Pietro Pellegri avevano sposato il progetto monegasco con ben altre aspettative. Sette presenze in campionato quest'anno per il primo e solamente tre per il secondo (frenato anche dagli infortuni), con un gol messo a segno contro il Bordeaux. La voglia di calcare il campo con continuità e di giocarsi le proprie chances per una maglia in una Nazionale in piena rifondazione rischia di portarli presto verso nuovi lidi. A gennaio molti occhi saranno ben aperti.
Andrea De Luca

Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Leggi anche...
06/11
5
Monaco, arrestato il proprietario Rybolovlev: i dettagli
05/11
1
Football Leaks: Rybolovlev ha truffato il Fair Play Finanziario, smentita UFFICIALE del Monaco
05/11
8
Monaco, Tielemans piace a quattro quadre di Serie A
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.