Falso nueve o vero dieci. Maurizio Sarri ha le idee chiare su quale possa essere il ruolo di Paulo Dybala nella sua Juve. C'è un piano A, quello con la Joya centravanti. C'è un piano B, quello che porterebbe invece il talento argentino alle spalle di due punte di ruolo. Di questo se ne parlerà tra una settimana o giù di lì, quando la Juve rientrerà dalla tournée asiatica e Dybala dalle vacanze. Il numero dieci tornerà a Torino domenica 28 luglio in compagnia di sua mamma, dal giorno dopo sarà regolarmente alla Continassa per iniziare la preparazione, anche se di fatto non si è mai fermato come abbondantemente testimoniato su Instagram. E il confronto diretto con Sarri sarà quindi il punto di volta della stagione di Dybala e del mercato della Juve: l'idea di agire al fianco di Ronaldo e molto più vicino alla porta avversaria rappresenta quella scintilla di cui l'argentino avrebbe bisogno, un colpo di fulmine con Sarri chiuderebbe con un mese d'anticipo ogni speculazione di mercato. Se invece dovesse di nuovo essere Dybala il talento chiamato a sacrificarsi per gli equilibri della squadra, allora tutto potrà succedere: a questo però non pensa ancora la Joya, determinato a ritagliarsi un ruolo da protagonista nella nuova Juve. Anche se Perché in questo momento, il nome di Dybala resta saldamente tra quelli dei big “non incedibili”, obiettivo di quei club che attendono solo che si attivi l'effetto domino in giro per l'Europa. UNITED E PSG – C'è Dybala che aspetta il confronto con Sarri dunque. E c'è mezza Europa che aspetta con lui. Per questioni di tempo, sono le squadre di Premier ad andare di fretta. Il Manchester United, aspettando di capire come possano concludersi le vicende legate a Romelu Lukaku e Paul Pogba, ha mosso passi concreti di recente, sondaggi più tiepidi sono arrivati da Tottenham e Manchester City: ogni giorno che passa però si complica la situazione, allestire una trattativa lampo per accontentare Juve (80-100 milioni) e giocatore entro l'8 agosto non sarà semplice. Ecco perché sullo sfondo resta concreta l'ipotesi Psg, una volta sciolto il nodo Neymar proprio Dybala sarà tra i principali obiettivi di Leonardo, che di questo ha già avvisato il suo entourage capitanato dal fratello Mariano. Senza dimenticare quel Bayern Monaco che fino a poco tempo fa sembrava il club più convinto di puntare tutto su Dybala, salvo poi cambiare mire nelle ultime settimane. Cosa non cambierà è invece la posizione, del giocatore e della Juve, nei confronti dell'Inter: doppio no secco, al di là di Icardi. Agosto può essere quindi il mese della Joya: o si riprenderà la Juve o infiammerà il mercato.