Arrivano nuove rivelazioni su un contatto diretto tra Rino Gattuso e Gonzalo Higuain. Il Pipita proprio in quell'occasione avrebbe chiesto la cessione al Milan. C’è un retroscena: le parole di Gattuso, le forti perplessità sul futuro dell’attaccante in rossonero, non sono state certo casuali. Ma sono state il frutto di un dialogo profondo, sincero, tra l’allenatore e Gonzalo. In quel colloquio Higuain ha ribadito la necessità di cambiare maglia, deluso soprattutto e fortemente per le indecisioni sul riscatto. Anzi, per la volontà rossonera di non procedere. Una cosa in chiara controtendenza con quelle che erano state le parole, forse le promesse, della scorsa estate. Tra un club che lo utilizzerebbe soltanto fin a maggio e un altro che lo accoglierebbe a braccia aperte, Higuain ha scelto. Ora bisogna aspettare il resto, soprattutto che il Milan trovi un sostituto tra Morata (con l’Atletico alle costole) e la costosissima opzione Piatek. Ma Higuain ha già comunicato, se lo costringessero a restare sarebbe una forzatura. E non è una questione di sorriso o altro, lui il professionista lo farà fino in fondo con i suoi pregi (tanti) e qualche difetto.