L'ingresso della Juventus nel mondo degli eSports ha dato una scossa all'intero movimento italiano, soprattutto per le modalità con cui i bianconeri lo hanno fatto: netto, studiato ad ampio raggio, aggressivo, nel senso positivo del termine. Andrea Agnelli aveva a suo tempo lasciato intendere che i bianconeri si sarebbero addentrati nel settore per recuperare quella fetta di pubblico sottratta dai videogiochi al calcio tradizionale, alle parole sono seguiti i fatti in pieno stile Juve: "Vincere non è importante, è la sola cosa che conti", il mantra di Boniperti si applica anche al pallone virtuale dove la Vecchia Signora ha avviato una serie di iniziative per dominare fin da subito.

TEAM DA URLO CON IL CR7 DI PES - Il primo passo è stato dare seguito all'accordo di esclusiva firmato con Konami dotandosi di un team di primo piano per partecipare a eFootball.Pro, il campionato ufficiale di PES 2020 dedicato ai soli club professionistici che vedrà la Juve affrontare Barcellona (esordio il 14 dicembre in Catalogna), Manchester United, Bayern Monaco, Arsenal, Celtic, Monaco, Schalke 04, Boavista e Nantes. Tre giocatori per poter disputare la competizione 3vs3 e partecipare altresì a quelle singole. Un team di lusso tutto italiano, dove a spiccare è il nome di Ettore 'Ettorito' Giannuzzi, subito ribattezzato il 'Cristiano Ronaldo di PES': curriculum fatto di grandi conquiste, due volte campione del mondo nel 2011 e nel 2018, anno in cui ha vinto anche il WESG Olympic e il mondiale Coop, e qualche eccesso, come la feroce polemica con il team brasiliano e i suoi tifosi dopo le finali di quest'anno; vicenda che vuole lasciarsi alle spalle per tornare a far parlare il campo virtuale, lo stesso che lo ha consacrato come uno dei gamers italiani più vincenti. Ad affiancare Ettorito, poi, due compagni d'eccellenza: Luca Tubelli (campione europeeo, mondiale COOP 2018 e titolo italiano nel 2016, vittoria anche in clan) e Renzo Lodeserto (vice campione europeo 3vs3 quest'anno, campione italiano nel 2014 e nel 2015, campione italiano Clan 2013 e 2014).

NUOVA ARENA - Le fortune però non si conquistano solo con i giocatori e proprio come fatto con l'Allianz Stadium la Juve vuole partire da una nuova struttura. Tra pochi mesi aprirà al JVillage della Continassa il Concept Store, un'area da 8.500 metri quadrati che conterrà anche la più grande arena italiana dedicata agli eSports. Un'enorme sala giochi aperta tutta la settimana con 100 postazioni di realtà virtuale e 400 di videogiochi che aumenterà notevolmente i visitatori annui alla struttura, e con un calendario di eventi definito con WeArena a seguito della partnership.

E LA SERIE A... - E chissà, un giorno potrebbe ospitare anche fasi finali di un campionato italiano, al quale la Juventus ha confermato di voler prendere parte. I bianconeri ci saranno nella eSerie A annunciata recentemente da De Siervo, una notizia che per certi versi ha destato curiosità su come sarà sviluppato questo primo campionato tutto italiano: la Juve infatti non è presente su Fifa 20 a livello di nome (si chiama Piemonte Calcio in game), marchio, divise e stadio e questo escluderebbe la sua partecipazione a eventi legati a FUT; sarebbe presente invece su PES 2020, dove invece non è rappresentato invece il Brescia. In attesa di ulteriori comunicazioni dall'ente organizzatore, i bianconeri hanno comunque messo in chiaro le proprie intenzioni: la Juve parte per dominare, anche negli eSports.

@Albri_Fede90