Il nuovo Milan ripartirà anche da un nuovo arrivo in difesa. Perché c'è bisogno di un titolare stabile al fianco di Alessio Romagnoli, non è un caso che Zvone Boban prima di andare via con Maldini e Massara ci avesse lavorato nei mesi scorsi senza trovare una soluzione futuribile, ma puntando sull'usato sicuro con Simon Kjaer per questione di costi. In estate sarà un altro Milan anche sul piano dirigenziale e l'idea di fare un investimento per la difesa è forte, da capire le condizioni economiche naturalmente anche in questo caso.


RAPPORTO COL CHELSEA - I rapporti tra il Milan e il Chelsea in particolare sono molto buoni. L'operazione Begovic è stata accelerata grazie alle relazioni tra i due club, i rossoneri hanno sempre rifiutato gli approcci dei Blues in questi anni per Alessio Romagnoli e a gennaio è stato Frank Lampard a bloccare l'idea Andreas Christensen, difensore centrale danese che era nella lista del Milan dopo il no di Jean Clair Todibo. Christensen ha ritrovato spazio da titolare prima dello stop alla stagione per il Coronavirus ma l'affare potrebbe riaprirsi col Milan in estate se il Chelsea comprasse un altro difensore, il ragazzo ha chiesto chiarezza per capire come gestire il proprio percorso. Un classe '93 che può dare buone garanzie per presente e futuro, da tenere in considerazione dopo che a gennaio l'operazione non ha fatto neanche in tempo a decollare. Senza escludere altri affari tra i tanti giocatori che il Chelsea ha in prestito e rientreranno: il Milan valuta, ottimi rapporti e idee da sottoporre a una nuova gestione tecnica che deciderà tutto.

  Ascolta "Il Milan vuole il colpo in difesa a luglio: Christensen ma non solo in agenda" su Spreaker.