Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.

Scorrendo la pagina o cliccando il pulsante "ho capito" acconsenti all'uso dei cookie e accetti la privacy policy.

Il papà-agente di Coric: 'Costretto ad accettare la Roma. Vuole andare, ma non glielo permettono'. Poi la smentita
Solamente due spezzoni di partita giocati in metà stagione, Ante Coric vuole cambiare squadra e lasciare il calcio italiano. Parola del padre, nonché agente, Miljenko Coric che ha svelato il retroscena sul trasferimento del figlio alla Roma: “Volevamo lasciare a tutti i costi la Dinamo Zagabria che si era comportata nel peggiore dei modi con mio figlio. Abbiamo protestato con il club croato, mio figlio ha scioperato nelle ultime due partite dello scorso anno e abbiamo chiesto il trasferimento. Avremmo accettato tutto tranne l’Italia e la Francia, ma purtroppo non abbiamo avuto scelta e siamo stati costretti ad accettare la Roma per andarcene il prima possibile”. Ma le parole dure non finiscono qui:  “Ante mi ha chiamato e mi ha detto che la Roma non lo lascerà partire – ha dichiarato il padre a IndexHR –. Ci sono offerte reali per lui ( su tutte il Parma, ndr), ma che non saranno prese in considerazione. Di recente ho contattato Di Francesco per chiedergli informazioni sulla crescita di Ante, mi ha risposto che al momento ci sono tre giocatori italiani che sono sopra di lui nelle gerarchie. La stagione però è lunga, il club gioca tre competizioni e che quindi ci saranno possibilità di vederlo in campo”. Un brutto momento per Coric come riporta pure ForzaRoma.info: “Mio figlio non vuole parlare, non vuole rispondere alle critiche – dichiara il padre -.
Molti gli chiedono perché non riesce a trovare spazio nella Roma, ma cosa dovrebbe rispondere?”. Il futuro di Coric è un punto interrogativo, intanto il padre si sta muovendo per trovargli una nuova agenzia: “Dopo la disastrosa esperienza con la Doyen Sport, ho preso in carico la procura di Ante, ma non riesco a gestirlo nel migliore dei modi. Volerò presto in Olanda per affidare mio figlio a un’altra agenzia”.

LA SMENTITA - In seguito è arrivata la smentita del calciatore tramite il proprio account Instagram: “Le dichiarazioni attribuite a mio padre, per cui saremmo stati costretti ad accettare la Roma, non sono mai state rilasciate né da lui né da me. Sono stato onorato sin da subito dell’opportunità di vestire la maglia della Roma e il mio obiettivo è continuare a farlo più a lungo possibile. So che dovrò continuare a lavorare duramente per ottenere questo scopo. Forza Roma”. 
Leggi anche...
11/01
1
Roma, per Kabak si fa sul serio
11/01
114
Dall'Argentina a Roma e Inter: tutti vogliono Wanda come agente
10/01
1
Betis, UFFICIALE: preso il gioiellino Lainez, Roma beffata
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.