L'emergenza coronavirus ferma il calcio giocato e l'attesa per la definizione del nuovo progetto tecnico frena il mercato, ma il Milan ha già chiara in mente quale sarà una delle priorità della prossima estate: assicurarsi almeno un difensore centrale, viste l'incertezza sul futuro di Romagnoli e Musacchio, la complicata conferma di Kjaer e le condizioni del lungodegente Duarte. A prescindere dalla svolta in panchina, con Rangnick che resta il candidato numero uno, gli scout rossoneri hanno già delineato una lista di candidati da sottoporre a Gazidis e al nuovo management. Nomi assolutamente futuribili, come il 2001 dello Schalke 04 Malick Thiaw che si è già conquistato il soprannome di 'nuovo Matip e l'attenzione del Liverpool, ma anche profili che, pur in linea con la politica di ringiovanimento di Elliott, sono pronti all'uso già nell'immediato.

LA LISTA - A partire da Dayot Upamecano, il sogno proibito del nuovo Milan. Il classe '98 del Lipsia piace alla proprietà americana e a Rangnick che lo conosce bene, ma il sogno sembra destinato a restare tale: Arsenal, Liverpool e Tottenham stringono la presa e la valutazione da almeno 60-70 milioni di euro è fuori dai parametri rossoneri. Sempre in Germania altri due osservati speciali: Robin Koch, classe '96 del Friburgo che piace anche al Napoli e ha confermato di avere ricevuto interessamenti dalle big, e Evan N'Dicka, classe '99 che nell'ultima l'Eintracht Francoforte ha utilizzato molto da esterno mancino ma nasce come difensore centrale, sul quale è forte anche la concorrenza di Atletico Madrid e Siviglia. Stuzzica e può diventare un'occasione Kristoffer Ajer: il Celtic chiede ancora tanto per il norvegese classe '98, circa 30 milioni, ma l'agente del difensore ha chiaramente aperto all'addio in estate. Ultimo, ma non per importanza, il possibile ritorno di fiamma per Boubacar Kamara. Seguito attentamente la scorsa estate prima del rinnovo con il Marsiglia (fino al 2022), il 20enne potrebbe essere sacrificato in estate per questioni legate al Fair Play Finanziario: la valutazione è alta, intorno ai 50 milioni, ma può calare in base agli sviluppi dei prossimi mesi. E il Milan è attento per farsi trovare pronto e cogliere ogni opportunità.

@Albri_Fede90