Leo Messi parla. A Mundo Deportivo, l'asso del Barcellona rompe il silenzio dopo le tanti voci che lo hanno riguardato nelle ultime settimane - dal botta e risposta col ds Abidal all'ipotesi di un addio con un contratto in scadenza nel 2021 e il recente scandalo che ha coinvolto il presidente Bartomeu e altri dirigenti blaugrana.

Sul suo futuro: "Amo Barcellona, anche se Rosario mi manca sempre. Questa è casa mia, ho vissuto più anni qui che in Argentina. Mi piace la città, dove vivo e faccio una vita che mi dà molte soddisfazioni. Conduco una routine molto normale, grazie al mio lavoro riesco a trascorrere parecchio tempo con mia moglie e i miei bambini".

Sulla vicenda del contratto firmato con I3 Ventues - l'azienda che avrebbe gestito profili social per screditare alcuni giocatori attuali e del passato del Barcellona per far emergere in maniera positiva la figura del presidente Bartomeu - Messi ha dichiarato: "E' una questione strana. Il presidente ci ha ribadito quello che ha detto pubblicamente, quella che era la situazione, ciò che è accaduto. E' una cosa piuttosto strana, ma ho appreso che ci sarebbero delle prove. Non posso dire altro se non aspettare di vedere come si concluderà questa storia".