Avanti tutta. Inter e Milan accelerano insieme sul nuovo stadio. L'amministratore delegato nerazzurro Alessandro Antonello e il presidente rossonero Paolo Scaroni discutono da settimane sul piano da presentare al sindaco di Milano, Giuseppe Sala. Il dossier per rifare l'area di San Siro è pronto e sarà portato in Comune a inizio maggio, quando sarà illustrato un report su tempi e costi. 

I club sanno di dover indennizzare la città e apriranno una trattativa, la formula è da trovare: può essere un canone d'affitto per il diritto di proprietà del terreno o una compartecipazione. Sempre secondo il Corriere della Sera, nell'idea di Inter e Milan il vecchio Meazza sarà demolito e lì accanto ne sorgerà uno nuovo. Uno studio internazionale di designer si occuperà di progettare il nuovo stadio.  Il piano di restyling si svolgerà in tre fasi. 
1) La costruzione del nuovo impianto con una capienza di 55-60 mila spettatori nell'odierna area parcheggi. Da quando arriverà il via libera con tutti i permessi, serviranno circa 3 anni per realizzare la struttura. Nel frattempo si continuerà a giocare a San Siro. 
2) La demolizione del Meazza, che dovrebbe essere completata nel giro di sei mesi. 
3) La costruzione di un parco, alberghi, aree commerciali e parcheggi: serviranno altri due anni e mezzo: in totale passerano più o meno sei anni.