Vorremmo mostrarti le notifiche per le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie.

Scorrendo la pagina o cliccando il pulsante "ho capito" acconsenti all'uso dei cookie e accetti la privacy policy.

'Non sono bella e famosa come Wanda, ma voglio la procura di mio marito!'
Caro Procuratore,

mi chiamo Silvia, ho 27 anni, e sono la moglie di un calciatore di serie C. Chiedo delucidazioni in merito a recenti notizie apparse sui giornali e su internet sulla futura riforma riguardante il mondo dei procuratori. Ho, infatti, letto che la FIFA vorrebbe reintrodurre la figura degli agenti FIFA con relativo esame. E fino a qui ci sta. Il problema, almeno per me, è che ho appreso che dovrebbero sostenerlo anche i parenti dei calciatori per poter assistere il calciatore familiare di turno. Si fa tanto baccano su Wanda Nara Icardi che "poverina" sarà "costretta" a dare un esame per continuare ad assistere il marito, ma non si parla di chi, come la sottoscritta, si troverà nella stessa situazione. E' chiaro: non sono bella, ricca e famosa come la mia "collega"! Però chiedo: perché rischio di dover dare un esame per rappresentare gli interessi di mio marito? Si sta passando dal nulla (mi riferisco alla recente liberalizzazione dell'attività!) al troppo, costringendo mogli, fratelli e genitori dei calciatori a studiare per diventare agenti...."Il miglior procuratore", mi dice sempre mio marito, "è la persona più vicina al calciatore!" E lui vuole solo me! Silvia di Ivrea

Gentile Silvia,

non penso che accadrà quello che lei teme possa accadere. E' vero, tuttavia, che in questi giorni si è parlato della possibilità che l'attività dei procuratori venga nuovamente riformata a livello internazionale con la previsione di introdurre l'obbligo anche per i parenti dei calciatori di sostenere un esame di idoneità. Qualcuno ha anche scritto che in questo modo si tornerebbe al passato. Ma non è così! I parenti dei calciatori sono sempre stati abilitati - anche dalla stessa FIFA -  ad assistere i calciatori senza conseguimento del patentino di agenti FIFA! Secondo me, anche in caso di riforma, rimarrà il suddetto esonero . E' evidente che se, ad esempio, il papà o la moglie di un calciatore volessero tutelare gli interessi di altri calciatori allora in quel caso sarebbero tenuti a regolarizzare la loro posizione! 

Ma vediamo in passato che cosa prevedevano le norme sul tema da lei affrontato:
La FIFA fino al 2015 nel proprio regolamento disponeva, all'art. 4, comma 1, quanto segue: "I genitori, i fratelli o il coniuge del calciatore possono rappresentarlo nella conclusione o rinnovo di un contratto di lavoro".

Norma poi adottata anche dal regolamento italiano che, all'art. 5, recitava: "Il calciatore può farsi assistere dal genitore, dal fratello o dal coniuge e comunque concludere un contratto di prestazione sportiva senza l'assistenza di un agente. Di tali circostanze deve essere fatta espressa menzione nel contratto di prestazione sportiva".

Ma ora passo la palla agli utenti di calciomercato.com: secondo voi Wanda Nara e tutti quanti i parenti dei calciatori dovrebbero anche loro sostenere un esame per fare i procuratori sportivi oppure no?

 Per scrivere all'Avvocato Cataliotti utilizza lo spazio dedicato ai commenti, oppure vai su www.footballworkshop.it
Jean-Christophe Cataliotti

Tutte le ultime sulla tua squadra sulle nostre app, scegli la tua: Android iOS Windows Phone
Le più commentate
18/01
2
di Marcello Chirico
#JuveOut, vogliono un'altra Farsopoli! Ma è dura, col Milan c'erano due rigori
18/01
2
di Fabrizio Romano
ESCLUSIVO!
Piatek al Milan, accordo pronto a titolo definitivo: la cifra finale e cosa manca
18/01
2
di Alessandro Di Gioia
ESCLUSIVO!
BARELLA ALL'INTER: CI SIAMO! L'incontro e le cifre, ecco la verità
Commenti
Devi inserire un contenuto al tuo commento prima di inviarlo!
Grazie per averci inviato il tuo commento. È stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.

Hai mai pensato di aprire un blog su Vivoperlei? Scrivi il tuo articolo, potresti vincere un premio ogni settimana!

Chiudi e non mostrare più Apri un Blog su VXL
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.