La domanda che si pongono tutti è: dove correrà Fernando Alonso nel 2019? Perché nonostante le ultime annate in Formula 1 non siano state per lui di certo bellissime e piacevoli, rimane comunque l’uomo più appetibile dell’universo motoristico in questo momento. parte, dunque, l’asta per accaparrarsi chi, non dimentichiamolo, è stato campione del Mondo per due anni di seguito, anche se ormai si parla di cose accadute più di due lustri fa.

FERNANDO ALONSO, L’UOMO PIU’ DESIDERATO - E dunque eccolo la, Fernando Alonso. A 37 anni suonati il pilota di Oviedo attira ancora molte attenzioni su di sé tanto che, dopo aver annunciato qualche giorno fa il suo addio alla Formula Uno, l’interesse nei suoi confronti non sembra proprio scemare. Anzi, al contrario, si è creata una vera e propria asta attorno all’iberico. La domanda dunque sorge spontanea: cosa farà nel 2019? Perché se il Circus di Formula 1 gli ha voltato le spalle, tutte le altre categorie sembrano volerlo.

L’AMORE DEL PUBBLICO - E’ innegabile che Alonso abbia dalla sua parte il pubblico, che lo ama e lo segue sempre e comunque. Ed è innegabile anche come lui, furbescamente, riesca sempre a farsi volere bene e far parlare di sé. Senza dimenticare che, ovviamente, servono anche i risultati: e quindi eccolo trionfare, solo due mesi fa, alla 24 Ore di Le Mans; oppure partecipare anche al Mondiale Endurance (WEC). Ma c’è ancora tanta incertezza su come il 37enne proseguirà la propria avventura sportiva. SBARCO NEGLI STATES O NO? - L’ipotesi più probabile è vederlo impegnato nella IndyCar, visto che così potrebbe anche lanciarsi in modo deciso verso della 500 Miglia di Indianapolis che, se dovesse vincere, lo proietterebbe nell’Olimpo dei motori: in caso di successo, infatti, completerebbe quella che viene chiamata Tripla Corona; senza dimenticare che alcune delle icone dei motori americani, come Ryan Hunter-Reay, uomo della Andretti Autosport in cui potrebbe accasarsi anche Alonso, sarebbero ben lieti di accoglierlo.

TENTAZIONE FORMULA E, NASCAR E… CALCIO - E poi c’è la Nascar, che lo ha ufficialmente invitato alla mitica 500 Miglia di Daytona del 17 febbraio 2019; mentre Alejandro Agag , patron della Formula E, lo vorrebbe con sé dal 2020. Ma il suo futuro potrebbe essere anche nel mondo del calcio, visto che da tifoso del Real Madrid ne è appena diventato un piccolo azionista. Tutti lo desiderano, tranne la Formula 1.