Finisce pari, vince il Var. Toro furioso, Mazzarri si lamenta. Vittoria sfumata al Mapei, col Sassuolo che gratta via il pareggio con le unghie. Il risultato è sostanzialmente corretto: nel primo tempo il Sassuolo aveva creato di più (sono ben 19 i tiri in porta), nella ripresa il Toro aveva messo in campo più qualità. E dunque: c'era un biglietto per l'Europa in palio e se l'era preso il Torino, anzi se l'era messo in tasca, almeno fino al secondo minuto di recupero quando il Sassuolo si è aggrappato sull'ultima parete disponibile e ha raggiunto il pareggio. Sembrava finita, ma non lo era. C'era tempo ancora - al quarto di recupero - per il gol di Iago Falque. Esultanza granata, disperazione del Sassuolo. Ma l'arbitro, dopo consultazione al Var, annullava il gol. Finita? Stavolta sì. Tutto come prima, con Sassuolo e Torino che puntellano la classifica ma toppano lo scatto in avanti.

Riannodiamo allora il filo di una partita giocata a viso aperto, piacevole e addirittura scoppiettante nella ripresa. Il Toro soffre per un tempo e poi esce dalla tana, piazzando il colpo vincente grazie ad una giocata della coppia Belotti-Zaza. Succede ad inizio ripresa. Zaza lancia in contropiede il Gallo, che lascia scorrere il pallone e appena entrato in area fa partire un diagonale, di controbalzo, di destro. E' un tiro da centravanti antico, di rabbia, di precisione. Belotti non segnava dal 2 dicembre, contro il Genoa. Era rimasto a secco contro il Milan e nel derby, con la Juventus. Ma non è ancora tempo per il salto di qualità per i granata: 6 punti nelle ultime 5 partite, con Belotti che sale a quota 44 reti, scavalca Romeo Menti e diventa l'ottavo marcatore all time del Toro in serie A. A proposito: il Toro in trasferta è ancora imbattuto (striscia di 11 risultati utili, tre vittorie e otto pareggi). Continua il tabù Mapei per il Sassuolo. In casa la squadra di De Zerbi non vince da sei partite (cinque pareggi e una sconfitta).

Il gol del definitivo 1-1 l'ha segnato Brignola, 19 anni, primo centro con la maglia del Sassuolo, terzo in serie A: il ragazzo che l'anno scorso si è messo in luce con il Benevento ha segnato di testa, dall'alto dei suoi 168 centimetri. Ma "Pollicino" è stato il più furbo di tutti nell'intasatissima area granata e con un tocco beffardo ha indovinato la palombella che ha regalato il pareggio agli emiliani. Curiosità: il Sassuolo ha schierato sette giocatori italiani nella formazione di partenza. Se è un segnale lo scopriremo nelle prossime giornate.


IL TABELLINO

Sassuolo-Torino 1-1 (primo tempo 0-0)

Marcatori: 9' st Belotti (T), 45' + 1' st Brignola (S)     

Assist: 9' st Zaza (T), 45' + 1' st Lirola (S) 

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Marlon, Ferrari, Rogerio; Sensi (41' st Magnanelli), Locatelli (31' st  Babacar), Bourabia; Berardi, Matri, Di Francesco (23' st Brignola).  All. De Zerbi

Torino (3-5-2): Ichazo; Izzo, Nkoulou, Djidji; Ola Aina, Baselli (42' st Lukic), Rincon, Meité, Ansaldi (14' st De Silvestri); Zaza (34' st Iago Falque), Belotti.  All. Mazzarri

Arbitro: Sig. Banti di Livorno

Ammoniti: 44' pt Rincon (T), 18' st Rogerio (S), 31' st Izzo (T), 45' st Lukic (T), 45' + 7' st Brignola (S) 

Espulsi: 37' st De Zerbi (S)